MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 31 luglio 2009 - Geologi.info | Geologi.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 31 luglio 2009

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 31 luglio 2009 - Termini e modalita' di presentazione di proposte progettuali per l'accesso alle agevolazioni per lo sviluppo di progetti transnazionali di ricerca collettiva nell'ambito del Progetto comunitario CORNET. (09A10885) (GU n. 220 del 22-9-2009 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 31 luglio 2009

Termini e modalita’ di presentazione di proposte progettuali per
l’accesso alle agevolazioni per lo sviluppo di progetti
transnazionali di ricerca collettiva nell’ambito del Progetto
comunitario CORNET. (09A10885)

IL MINISTRO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO
Vista la delibera del CIPE n. 1 del 22 marzo 2006, che assegna al
Ministero dello sviluppo economico risorse pari a 34,35 milioni di
euro a valere sul Fondo per le aree sottoutilizzate 2005, per il
finanziamento di tre misure rientranti nel Programma gia’ attivato
dall’Istituto per la promozione industriale (IPI) e relative alla
prosecuzione ed al potenziamento del Programma RIDITT, nonche’ al
finanziamento di iniziative dirette a favorire il trasferimento
tecnologico dal sistema della ricerca a quello delle piccole e medie
imprese;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 14
settembre 2006, registrato alla Corte dei conti il 20 ottobre 2006,
registro n. 4, foglio n. 200, con il quale sono state definite le
finalita’ e gli obiettivi del nuovo programma destinato alla
prosecuzione ed al potenziamento del Programma RIDITT gia’ avviato
dall’Istituto per la promozione industriale;
Visto l’art. 6-quater della legge n. 133 del 6 agosto 2008, che ha
stabilito la revoca delle assegnazioni delle risorse FAS operate dal
CIPE con delibere adottate fino al 31 dicembre 2006, nel limite
dell’ammontare delle risorse che entro la data del 31 maggio 2008 non
sono state impegnate;
Considerato che, conseguentemente alla revoca summenzionata, le
risorse a disposizione per l’attuazione del Programma RIDITT sono
divenute complessivamente pari a 17,8 milioni di euro rispetto ai
34,35 originariamente previsti;
Visto il conseguente decreto del Ministro dello sviluppo economico
del 29 luglio 2009, inerente la rideterminazione delle risorse per il
Programma RIDITT;
Visto l’art. 1, comma 2, lettera b) del summenzionato decreto che
individua una specifica misura destinata al «Trasferimento
tecnologico transnazionale»;
Visto l’art. 1, comma 6 del medesimo decreto, che specifica come la
misura si attui promuovendo la partecipazione delle associazioni
imprenditoriali, delle universita’ e dei centri di ricerca italiani
al Progetto comunitario CORNET – Collective Research Network, che,
nell’ambito dell’iniziativa ERANET del VII Programma quadro UE di
ricerca e sviluppo, favorisce la «ricerca collettiva» su scala
transnazionale, coinvolgendo associazioni imprenditoriali,
universita’, enti pubblici di ricerca e centri di ricerca di diversi
Paesi europei;
Visto che il Ministero dello sviluppo economico e l’Istituto per la
promozione industriale (IPI) partecipano alle attivita’ previste dal
Progetto comunitario CORNET, finanziato dalla Commissione europea nel
quadro dell’iniziativa ERANET, che coinvolge ventuno Ministeri ed
agenzie di diciassette Paesi europei;
Visto l’intento comune di creare aggregazione tra associazioni
imprenditoriali di diversi Paesi europei intorno a fabbisogni comuni
di innovazione delle PMI, la cui soluzione viene affidata ad
universita’ e centri di ricerca;
Visto l’art. 1, comma 6.3 del decreto del Ministro dello sviluppo
economico del 29 luglio 2009, che rimanda all’emanazione di uno
specifico bando europeo la possibilita’ di presentazione delle
proposte progettuali e alla seguente fase di selezione dei progetti
presentati, la co-finanziabilita’ di progetti di «ricerca collettiva»
transnazionale;
Considerato che l’art. 1, comma 6.2 del summenzionato decreto
destina 1,00 milione di euro alla misura b) «Trasferimento
tecnologico transnazionale», per la partecipazione italiana al
Progetto CORNET;
Tenuto conto che 0,125 milioni di euro dei fondi di cui all’art. 1,
comma 6.2, sono gia’ stati impegnati a favore di un progetto ammesso
a finanziamento nell’ambito di un precedente bando transnazionale
CORNET cui l’Italia ha preso parte, sempre a valere sulla medesima
misura b);
Considerato che i Ministeri e le agenzie partecipanti al Progetto
comunitario CORNET hanno concordato di emanare l’ottavo bando europeo
CORNET il 3 agosto 2009;
Decreta:

Art. 1.

Ai fini dell’attuazione della collaborazione transnazionale in
ambito CORNET – Collective Research Network e’ indetto un bando per
la selezione di specifici progetti presentati da associazioni
imprenditoriali italiane – anche in collaborazione con universita’,
enti pubblici di ricerca o centri di ricerca – associate ad almeno
un’altra organizzazione omologa appartenente ad un altro
Paese/regione tra quelli partecipanti al bando transnazionale CORNET.

Art. 2.

1. Al finanziamento dei partecipanti italiani ai progetti
transnazionali congiunti di ricerca collettiva presentati nell’ambito
dell’ottavo bando transnazionale CORNET e’ destinata la somma di
0,875 milioni di euro a valere sulla misura b) «Trasferimento
tecnologico transnazionale» del Programma RIDITT.
2. Le risorse disponibili, di cui al precedente comma 1, sono
destinate a programmi riferiti a soggetti che dispongano di unita’
locali idonee ed adeguate ubicate in aree sottoutilizzate del
territorio nazionale e per i quali almeno il 75% dei costi sia
sostenuto nell’ambito delle medesime.

Art. 3.

I progetti ammissibili, la misura delle agevolazioni, le procedure
di valutazione, di concessione e di erogazione delle agevolazioni,
nonche’ l’elenco dei Paesi e delle regioni partecipanti all’ottavo
bando transnazionale CORNET, sono individuati nel capitolato tecnico
che costituisce parte integrante del presente decreto.

Art. 4.

I termini di presentazione dei progetti transnazionali congiunti di
ricerca collettiva nell’ambito dell’ottavo bando transnazionale
CORNET sono fissati dal giorno successivo alla pubblicazione del
presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e
fino al 30 ottobre 2009.
Le modalita’ di presentazione delle domande sono specificate nel
capitolato tecnico.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 31 luglio 2009
Il Ministro : Scajola

—-> Vedere da pag. 33 a pag. 62 <----

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 31 luglio 2009

Geologi.info