MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - Geologi.info | Geologi.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 21 luglio 2003: Costituzione di un albo di esperti in materia di ricerca sul sistema agricolo. (GU n. 222 del 24-9-2003)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 21 luglio 2003

Costituzione di un albo di esperti in materia di ricerca sul sistema
agricolo.

IL DIRETTORE GENERALE
per le politiche strutturali e lo sviluppo rurale

Visto il decreto legislativo n. 300 del 30 luglio 1999 che
istituisce, tra l’altro, il Ministero delle politiche agricole e
forestali;
Visto il decreto legislativo 5 giugno 1998, n. 204, riguardante
«Disposizioni per il coordinamento, la programmazione e la
valutazione della politica nazionale relativa alla ricerca
scientifica e tecnologica»;
Visto il decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 297, riguardante:
«Riordino della disciplina e snellimento delle procedure per il
sostegno della ricerca scientifica e tecnologica, per la diffusione
delle tecnologie, per la mobilita’ dei ricercatori» ed in
particolare, l’art. 7, comma 1, che stabilisce, per la valutazione
degli aspetti tecnico-scientifici dei progetti e dei programmi
presentati nell’ambito delle procedure valutative e negoziali, ci si
debba avvalere di esperti iscritti in apposito elenco, previo
accertamento dei requisiti di qualificazione scientifica ed
esperienza professionale nella ricerca;
Visto il decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 454, e successive
modifiche ed integrazioni, concernente «Riorganizzazione del settore
della ricerca in agricoltura» redatto a norma dell’art. 11 della
legge 15 marzo 1997, n. 59;
Visto il decreto ministeriale n. 307/2002 dell’8 luglio 2002
istitutivo del Comitato di esperti di alta qualificazione,
ricostituito con decreto ministeriale n. 95/2003;
Visto il decreto ministeriale n. 43701 del 24 novembre 2000 che
definisce i criteri e le procedure per la gestione della ricerca per
il sistema agricolo e le modalita’ per la valutazione
tecnico-scientifica delle proposte di ricerca;
Sentito il parere del Comitato di esperti di alta qualificazione,
di cui al verbale 2 del 7 aprile 2003;
Visto il decreto ministeriale n. 353 del 16 luglio 2003 e
considerata l’opportunita’ di rivedere i contenuti del decreto n.
43701/2000 sopraccitato in relazione alle modifiche che hanno
riguardato gli organi preposti alla valutazione (istituzione del
Comitato ricerca con decreto ministeriale n. 307/2002 e sua
ricostituzione con decreto ministeriale n. 95/2003), alle quali si
aggiunge l’esperienza maturata in oltre due anni di applicazione del
decreto;
Valutata l’opportunita’, da parte di questo Ministero, di procedere
alla costituzione di un albo degli esperti in materia di ricerca sul
sistema agricolo, da istituire in base a criteri e procedure atti a
garantire la selezione pubblica degli idonei;
Decreta:
Art. 1.
Finalita’ dell’Albo degli esperti
L’Albo degli esperti in materia di ricerca sul sistema agricolo e’
istituito presso il Ministero delle politiche agricole e forestali,
al fine di disporre di specifiche professionalita’ in materia di
ricerca e di valorizzazione dell’innovazione per la valutazione ex
ante, in itinere ed ex post dei progetti di ricerca.

Art. 2.
Aree tematiche dell’Albo
Per le finalita’ di cui all’art. 1, e’ indetta una selezione
pubblica per esperti in materia di ricerca sul sistema agricolo, per
la formazione di un albo, da attivare presso questo Ministero,
articolato nelle seguenti aree tematiche:
1. biotecnologie avanzate (vegetali, animali, dei microrganismi);
2. produzioni vegetali;
3. produzioni animali;
4. trasformazione e valorizzazione dei prodotti agricoli ed
agroalimentari;
5. agricoltura sostenibile e problematiche ambientali e
territoriali connesse al settore agro-forestale;
6. meccanica, ingegneria ed idraulica agraria;
7. economia, politica e sociologia agraria;
8. tecnologie dell’informazione e comunicazione (ICT) applicate
al sistema agricolo;
9. studio e gestione delle risorse forestali.

Art. 3.
Requisiti per l’ammissibilita’
Possono partecipare alla selezione i soggetti appartenenti ad una
delle seguenti categorie:
professori universitari di ruolo;
dirigenti di ricerca o primi ricercatori degli enti pubblici di
ricerca, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
30 dicembre 1993, n. 593, e successive modifiche ed integrazioni;
ricercatori di ruolo;
altri soggetti in possesso di alta qualificazione e di
documentata esperienza tecnico-scientifica, almeno decennale, nella
valutazione e gestione della ricerca, con riferimento alle aree
tematiche di cui all’art. 2.

Art. 4.
Criteri di selezione
La selezione degli esperti e’ effettuata dal Ministero delle
politiche agricole e forestali, che si avvale del Comitato ricerca,
sulla base di una valutazione atta ad accertare la specifica
competenza tecnico-scientifica del richiedente, nonche’ la
qualificata esperienza di valutazione e gestione della ricerca e
sperimentazione, con riferimento alle aree tematiche di cui all’art.
2.

Art. 5.
Presentazione delle domande
1. Ciascun candidato puo’ presentare domanda per l’inserimento
nell’albo degli esperti indicando non piu’ di tre aree tematiche, di
cui all’art. 2, tra loro affini. Le domande devono pervenire entro
sessanta giorni, a partire da quello successivo alla data di
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, compilando l’apposito modello
allegato (allegato 1), disponibile sul sito Internet del Ministero
www.politicheagricole.it, alla voce «albo esperti ricerca».
2. Le domande, una per ciascuna area tematica per cui si chiede
l’inserimento, debitamente compilate e sottoscritte, devono essere
inviate a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno a: Ministero
delle politiche agricole e forestali, Direzione generale politiche
strutturali e sviluppo rurale – Ufficio IV, ricerca e
sperimentazione, via XX Settembre n. 20 – 00187 Roma.
3. Le domande devono essere corredate di curriculum, predisposto
secondo l’allegato modello (allegato 1), e di ogni altro elemento
idoneo all’accertamento sia dei requisiti di cui al precedente art.
3, sia della competenza di cui al precedente art. 4. Per i soggetti
che svolgono lavoro subordinato, deve essere allegata, ove prevista,
l’autorizzazione dell’ente d’appartenenza, in base al disposto
dell’art. 53 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.
4. Le domande, previa verifica della regolarita’ formale, sono
valutate dal Ministero delle politiche agricole e forestali, che si
avvale del Comitato ricerca.
5. La selezione deve concludersi nei sessanta giorni successivi al
termine fissato per la scadenza della presentazione delle domande di
cui al precedente comma 1.
6. Al termine della selezione, con specifico decreto, si procede
all’inserimento degli idonei nell’albo degli esperti di cui al
precedente art. 2. Il risultato della selezione e’ tempestivamente
comunicato ai partecipanti a cura del Ministero che, in caso di
diniego dell’inserimento, fara’ conoscere, a richiesta, la relativa
motivazione.

Art. 6.
Aggiornamento dell’albo
Con specifico provvedimento il Ministero provvede all’aggiornamento
periodico dell’albo, per una, alcune o tutte le aree tematiche di cui
all’art. 2 del presente decreto, in funzione delle necessita’.

Art. 7.
Compiti degli esperti
1. Gli esperti inseriti nell’albo sono tenuti a dichiarare
l’assenza di coinvolgimento e/o interesse diretto o indiretto nei
progetti per i quali sono chiamati alla valutazione, compilando un
modello che verra’ all’uopo fornito dal Ministero.
2. Gli esperti, in base ai compiti loro affidati di volta in volta
dal Ministero, sono tenuti a svolgere la valutazione ex-ante dei
progetti da finanziare e la valutazione, il monitoraggio e la
verifica in itinere ed ex-post di quelli in atto. I criteri di
massima per la valutazione sono quelli gia’ indicati nel citato
decreto ministeriale 43701 del 24 novembre 2000, come modificato con
decreto ministeriale, che potranno essere integrati da altri elementi
specifici che questa amministrazione riterra’ utili e/o necessari.
3. Altri aspetti attinenti i compiti degli esperti e la gestione
dell’Albo sono definiti successivamente all’attivazione del presente
decreto, attraverso appositi provvedimenti del Ministero.

Art. 8.
Oneri per la valutazione dei progetti
Gli oneri relativi alla valutazione effettuata dagli esperti
gravano, nella misura massima dell’uno per cento del finanziamento
complessivo ai sensi del decreto-legge n. 212 del 25 settembre 2002
convertito nella legge 268 del 22 novembre 2002 (Gazzetta Ufficiale
n. 276 del 25 novembre 2002), su ciascun progetto di ricerca
finanziato dal Ministero.

Art. 9.
Inserimento nell’Albo dei componenti del comitato ricerca
I componenti del Comitato ricerca sono inseriti d’ufficio
nell’albo, a loro richiesta in non piu’ di tre aree tematiche da essi
indicate.

Roma, 21 luglio 2003
Il direttore generale: Serino

Allegato 1

—> Vedere Allegato da pag. 41 a pag. 45 della G.U. in formato zip/pdf

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Geologi.info