MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI - Geologi.info | Geologi.info

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI - DECRETO 11 agosto 2003: Riordino degli organismi collegiali ritenuti indispensabili ai sensi dell'art. 18, della legge 28 dicembre 2001, n. 448. (GU n. 215 del 16-9-2003)

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

DECRETO 11 agosto 2003

Riordino degli organismi collegiali ritenuti indispensabili ai sensi
dell’art. 18, della legge 28 dicembre 2001, n. 448.

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI

di concerto con

IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA

e

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto l’art. 18 della legge 28 dicembre 2001, n. 448, con il quale
e’ stato disposto che, entro centoventi giorni dalla data di entrata
in vigore della legge medesima, con decreto interministeriale sono
individuati gli organismi tecnici e ad elevata specializzazione, gia’
operanti nell’ambito delle amministrazioni pubbliche, ritenuti
indispensabili per la realizzazione degli obiettivi istituzionali;
Vista la legge 10 dicembre 1975, n. 693, concernente la
ristrutturazione del Consiglio superiore tecnico delle poste, delle
telecomunicazioni e dell’automazione;
Visto l’art. 2, comma 4, del decreto-legge 27 agosto 1993, n. 323,
convertito, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 1993, n. 422,
concernente la commissione per l’assetto del sistema radiotelevisivo;
Visto il decreto-legge 1° dicembre 1993, n. 487, convertito, con
modificazioni, dalla legge 29 gennaio 1994, n. 71, concernente la
trasformazione dell’amministrazione delle poste e delle
telecomunicazioni in ente pubblico economico e riorganizzazione del
Ministero;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 27 ottobre 1994,
n. 632, con il quale e’ stato emanato il regolamento recante il
riordino del Consiglio superiore tecnico delle poste e delle
telecomunicazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 marzo 1995, n.
166, con il quale e’ stato emanato il regolamento riguardante la
riorganizzazione del Ministero delle poste e delle telecomunicazioni;
Visto il decreto del Ministro delle poste e delle telecomunicazioni
4 settembre 1996, n. 537, con il quale e’ stato adottato il
regolamento recante norme per l’individuazione degli uffici di
livello dirigenziale del Ministero delle poste e delle
telecomunicazioni e delle relative funzioni;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante l’istituzione
dell’autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 gennaio 2001, n.
37, con il quale e’ stato emanato il regolamento di semplificazione
dei procedimenti di costituzione e rinnovo delle commissioni di
sorveglianza sugli archivi e per lo scarto dei documenti degli uffici
dello Stato;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2001, n.
258, con il quale e’ stato emanato il regolamento di organizzazione
degli uffici di diretta collaborazione all’opera del Ministro delle
comunicazioni;
Visto il decreto-legge 12 giugno 2001, n. 217, convertito, con
modificazioni, dalla legge 3 agosto 2001, n. 317;
Ritenuta la necessita’ di individuare gli organismi tecnici e ad
elevata specializzazione indispensabili per la realizzazione degli
obiettivi istituzionali del Ministero delle comunicazioni;
Decreta:
Art. 1.
1. Sono indispensabili per la realizzazione degli obiettivi
istituzionali del Ministero delle comunicazioni i seguenti organismi
tecnici e ad elevata specializzazione:
a) il consiglio superiore tecnico delle poste e delle
telecomunicazioni;
b) le commissioni di sorveglianza sugli archivi istituite presso
gli uffici centrali e periferici del Ministero delle comunicazioni;
c) la commissione per l’assetto del sistema radiotelevisivo
costituita con decreto del Ministro delle comunicazioni 23 novembre
2001;
d) la consulta per l’emissione di carte valori postali e la
filatelia costituita con decreto del Ministro delle comunicazioni
24 ottobre 2001;
e) la commissione per la cura e la definizione degli atti e delle
procedure relative al personale gia’ appartenente all’ex Azienda di
Stato per i servizi telefonici costituita con decreto del Ministro
delle comunicazioni 18 ottobre 2001;
f) la commissione tecnica consultiva per l’accreditamento dei
laboratori di prova, di cui all’art. 9, comma 3 del decreto
legislativo 9 maggio 2001, n. 269, e per il riconoscimento degli
organismi competenti in materia di compatibilita’ elettromagnetica di
cui all’art. 8, comma 7 del decreto legislativo 12 novembre 1996, n.
615;
g) la commissione consultiva nazionale di cui all’art. 14 del
decreto legislativo 9 maggio 2001, n. 269;
h) il comitato tecnico per la designazione degli organismi
notificati ai sensi della direttiva 1999/5/CE costituito con
ordinanza del Segretario generale 21 dicembre 2000;
i) il gruppo di lavoro interministeriale per la sicurezza delle
reti e per la tutela delle comunicazioni, istituito con decreto del
Ministro delle comunicazioni, di concerto con il Ministro della
giustizia e il Ministro dell’interno 21 settembre 1999;
l) il comitato tecnico-scientifico, costituito con decreto
ministeriale del 21 novembre 2001, di cui all’art. 7 della
convenzione stipulata tra il Ministero delle comunicazioni e la
Fondazione Ugo Bordoni il 7 marzo 2001, approvata con decreto del
Ministro delle comunicazioni 8 marzo 2001;
m) la commissione tecnica paritetica istituita ai sensi dell’art.
4 del decreto del Ministro della sanita’ di concerto con il Ministro
delle comunicazioni 6 ottobre 1998 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 257 del 3 novembre 1998);
n) l’unita’ organizzativa del forum internazionale per lo
sviluppo delle comunicazioni nel Mediterraneo istituita con decreto
del Ministro delle comunicazioni 21 dicembre 2001 per i compiti
previsti dalla «Dichiarazione di Palermo del 30 giugno 2000»;
o) il comitato esecutivo interministeriale per la predisposizione
del Piano nazionale di sviluppo della larga banda, istituito con
decreto del Ministro delle comunicazioni e del Ministro per
l’innovazione e le tecnologie 28 febbraio 2002;
p) la commissione per il programma di sviluppo del digitale
terrestre costituita con decreto del Ministro delle comunicazioni 12
novembre 2001;
q) la commissione per l’approfondimento delle problematiche
relative al settore della radiodiffusione e l’elaborazione di
proposte costituita con decreto del Ministro delle comunicazioni
29 aprile 2002.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 11 agosto 2003

Il Ministro delle comunicazioni
Gasparri

Il Ministro per la funzione pubblica
Mazzella

Il Ministro dell’economia e delle finanze
Tremonti

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

Geologi.info