MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 2 dicembre 2005 - Geologi.info | Geologi.info

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 2 dicembre 2005

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 2 dicembre 2005 - Modifica del decreto ministeriale 2 febbraio 2001, recante la determinazione delle misure del contributo di cui agli articoli 5 e 6 del decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio 2000, n. 314, da concedere a favore dell'imprenditoria femminile. (GU n. 291 del 15-12-2005)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 2 dicembre 2005

Modifica del decreto ministeriale 2 febbraio 2001, recante la
determinazione delle misure del contributo di cui agli articoli 5 e 6
del decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio 2000, n. 314,
da concedere a favore dell’imprenditoria femminile.

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Vista la legge 25 febbraio 1992, n. 215, recante «Azioni positive
per l’imprenditoria femminile»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio 2000, n.
314, concernente il «Regolamento per la semplificazione del
procedimento recante la disciplina del procedimento relativo agli
interventi a favore dell’imprenditoria femminile» (n. 54, allegato 1
della legge n. 59/1997);
Visto l’art. 3, comma 1 del citato decreto del Presidente della
Repubblica n. 314 del 2000, che stabilisce che le imprese legittimate
ad accedere ai benefici sono quelle rientranti nella definizione
comunitaria di piccola impresa stabilita dal decreto del Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato del 18 settembre
1997;
Visto il decreto del Ministro delle attivita’ produttive del
18 aprile 2005, che ha recepito le nuove disposizioni comunitarie
concernenti la definizione dei limiti dimensionali delle piccole e
medie imprese di cui alla Raccomandazione della Commissione europea
2003/361/CE del 6 maggio 2003;
Visto l’art. 5, comma 1 del predetto decreto del Presidente della
Repubblica n. 314 del 2000, che sancisce che il contributo in conto
capitale ivi previsto e’ concesso secondo le intensita’ massime di
aiuto consentite dalla normativa comunitaria, espresse in equivalente
sovvenzione netto (ESN) o lordo (ESL), le quali vengono individuate
con decreto del Ministro delle attivita’ produttive, tenuto anche
conto della stessa normativa comunitaria in relazione alle aree
territoriali svantaggiate;
Visto il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato del 2 febbraio 2001 con il quale sono state
stabilite le misure del contributo in conto capitale previsto
dall’art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio
2000, n. 314, espresse in equivalente sovvenzione netto (ESN) e lordo
(ESL) e in percentuale dell’investimento ammissibile;
Visto l’art. 72 della legge 27 dicembre 2002, n. 289 recante
«Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale
dello Stato»;
Considerato che il decreto del Ministero dell’economia e delle
finanze 2 novembre 2004 concernente i «Criteri e modalita’ di
concessione delle agevolazioni di competenza del Ministero delle
attivita’ produttive, a valere sui fondi rotativi per le imprese, di
cui all’art. 72 della legge 27 dicembre 2002, n. 289», stabilisce che
il contributo previsto dagli articoli 5 e 6 del citato decreto del
Presidente della Repubblica n. 314/2000, relativamente ai bandi
emanati dal primo gennaio 2003, e’ concesso per il 50% sotto forma di
contributo in conto capitale e per il 50% sotto forma di
finanziamento a tasso agevolato nella misura dello 0.50 per cento
annuo;
Vista la decisione della Commissione europea C(2004) 3344 fin. cor.
dell’8 settembre 2004 che ha accolto la richiesta delle autorita’
italiane di modificare, limitatamente ad alcune aree della regione
Molise, la Carta italiana degli aiuti a finalita’ regionale che
riguarda le aree ammissibili alla deroga di cui all’art. 87,
paragrafo 3, lettera c) del Trattato, sia con riferimento alle
intensita’, sia con riferimento alla definizione delle aree;
Ritenuto di dover aggiornare le misure d’aiuto spettanti, nelle
predette aree della regione Molise, in conseguenza delle modifiche
apportate con la suddetta Decisione della Commissione
dell’8 settembre 2004;
Decreta:

Art. 1.
1. Le misure del contributo previsto dall’art. 5 del decreto del
Presidente della Repubblica 28 luglio 2000, n. 314, espresse in
equivalente sovvenzione netto (ESN) e lordo (ESL) e in percentuale
dell’investimento ammissibile, vigenti per le aree della regione
Molise sono cosi’ modificate:
comuni del Molise ammessi alla deroga dell’art. 87.3.c): 30% ESN.
2. Restano confermate le restanti misure del contributo fissate nel
decreto 2 febbraio 2001 di cui alle premesse.
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 2 dicembre 2005
Il Ministro: Scajola

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 2 dicembre 2005

Geologi.info