MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 9 Agosto 2005, n. 199: Regolamento recante recepimento della direttiva 2003/115/CE che modifica la direttiva 94/35/CE sugli edulcoranti destinati ad essere utilizzati nei prodotti alimentari. Aggiornamento del decreto ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209, concernente la disciplina degli additivi alimentari consentiti nella preparazione e per la conservazione delle sostanze alimentari. (GU n. 223 del 24-9-2005 - Geologi.info | Geologi.info

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 9 Agosto 2005, n. 199: Regolamento recante recepimento della direttiva 2003/115/CE che modifica la direttiva 94/35/CE sugli edulcoranti destinati ad essere utilizzati nei prodotti alimentari. Aggiornamento del decreto ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209, concernente la disciplina degli additivi alimentari consentiti nella preparazione e per la conservazione delle sostanze alimentari. (GU n. 223 del 24-9-2005

MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 9 Agosto 2005, n. 199: Regolamento recante recepimento della direttiva 2003/115/CE che modifica la direttiva 94/35/CE sugli edulcoranti destinati ad essere utilizzati nei prodotti alimentari. Aggiornamento del decreto ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209, concernente la disciplina degli additivi alimentari consentiti nella preparazione e per la conservazione delle sostanze alimentari. (GU n. 223 del 24-9-2005 )

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 9 Agosto 2005 , n. 199

Regolamento recante recepimento della direttiva 2003/115/CE che
modifica la direttiva 94/35/CE sugli edulcoranti destinati ad essere
utilizzati nei prodotti alimentari. Aggiornamento del decreto
ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209, concernente la disciplina
degli additivi alimentari consentiti nella preparazione e per la
conservazione delle sostanze alimentari.

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visti gli articoli 5, lettera g), e 22 della legge 30 aprile
1962, n. 283;
Visto il decreto ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209,
concernente la disciplina degli additivi alimentari consentiti nella
preparazione e per la conservazione delle sostanze alimentari in
attuazione delle direttive n. 94/34/CE, n. 94/35/CE, n. 94/36/CE, n.
95/2/CE e n. 95/31/CE, modificato da ultimo con il decreto 6 febbraio
2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 74 del 29 marzo 2004;
Visto in particolare il decreto 30 aprile 1998, n. 250, recante
aggiornamento del decreto ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209, in
attuazione delle direttive n. 96/83/CE e n. 96/85/CE e della
decisione n. 292/97/CE;
Vista la direttiva 2003/115/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio dell’Unione europea del 22 dicembre 2003 che modifica la
direttiva 94/35/CE sugli edulcoranti destinati ad essere utilizzati
nei prodotti alimentari;
Sentito il Consiglio Superiore di Sanita’ che si e’ espresso
nella seduta del 13 ottobre 2004;
Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti
tra lo Stato, le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano;
Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Udito il parere del Consiglio di Stato, sezione consultiva per
gli atti normativi, espresso nella riunione del 4 aprile 2005;
Vista la comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri
ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n.
400, effettuata in data 4 maggio 2005;

A d o t t a
il seguente regolamento:

Art. 1.
1. Il decreto 27 febbraio 1996, n. 209, modificato da ultimo con
il decreto 6 febbraio 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 74
del 29 marzo 2004, e’ modificato come segue:
a) all’articolo 12, comma 2, dopo la lettera b), e’ aggiunta la
seguente lettera:
«c) sale di aspartame – acesulfame: “contiene una fonte di
fenilalanina”»;
b) all’articolo 12, comma 3, dopo la lettera b), e’ aggiunta la
seguente lettera:
«c) prodotti alimentari contenenti sale di
aspartame-acesulfame: “contiene una fonte di fenilalanina”»;
c) l’allegato VIII concernente l’elenco degli edulcoranti
autorizzati e le relative condizioni di impiego e’ modificato come
segue:
1) la dizione «preparati dietetici completi contro l’aumento
di peso, che sostituiscono l’alimentazione quotidiana o anche solo un
pasto» e’ sostituita dalla seguente: «alimenti destinati a diete
ipocaloriche volte alla riduzione del peso, di cui al decreto
7 ottobre 1998, n. 519»;
2) la dizione «preparati completi e apporti nutritivi da
usare sotto controllo medico» e’ sostituita dalla seguente «alimenti
completi dal punto di vista nutrizionale destinati a fini medici
speciali, definiti dal decreto del Presidente della Repubblica
20 marzo 2002, n. 57»;
3) la dizione «complementi alimentari/integratori alimentari
e dietetici, liquidi» e’ sostituita dalla seguente «complementi
alimentari liquidi, definiti dal decreto legislativo 21 maggio 2004,
n. 169»;
4) la dizione «complementi alimentari/integratori alimentari
e dietetici, solidi» e’ sostituita dalla seguente «integratori
alimentari solidi, definiti dal decreto legislativo 21 maggio 2004,
n. 169»;
5) la dizione «complementi alimentari/integratori alimentari
e dietetici, a base di vitamine e/o elementi minerali sotto forma di
sciroppo o di pastiglie da masticare» e’ sostituita dalla seguente
«integratori alimentari solidi a base di vitamine e/o elementi
minerali e sotto forma di sciroppo o di pastiglie da masticare,
definiti dal decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169»;
6) la tabella relativa alla voce «E 951 aspartame» e’
completata come segue:

Essoblaten |1000 mg/kg

7) la tabella relativa alla voce «E 952 acido ciclamico e i
suoi sali di sodio e di calcio» e’ sostituita dall’allegato I del
presente decreto;
8) e’ aggiunta, in fine, la tabella di cui all’allegato II
del presente decreto.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, commi 2 e 3, del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi,
sull’emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica
e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
alle quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il
valore e l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Per le direttive CE vengono forniti gli estremi di
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea
(GUUE).
Nota al titolo:
– La direttiva 2003/115/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio dell’Unione europea del 22 dicembre 2003 che
modifica la direttiva 94/35/CE sugli edulcoranti destinati
ad essere utilizzati nei prodotti alimentari e’ stata
pubblicata nella GUUE serie L n. 24 del 29 gennaio 2004.
Note alle premesse:
– Il testo dell’art. 5, lettera g), della legge
30 aprile 1962, n. 283 (Disciplina igienica della
produzione e della vendita delle sostanze alimentari e
delle bevande), e’ il seguente:
«Art. 5 – E’ vietato impiegare nella preparazione di
alimenti o bevande, vendere, detenere per vendere o
somministrare come mercede ai propri dipendenti, e comunque
distribuire per il consumo, sostanze alimentari:
a) – f) (Omissis);
g) con aggiunta di additivi chimici di qualsiasi
natura non autorizzati con decreto del Ministro per la
sanita’ o, nel caso che siano autorizzati, senza
l’osservanza delle norme prescritte per il loro impiego. I
decreti di autorizzazione sono soggetti a revisioni
annuali.».
– Il testo dell’art. 22 della legge 30 aprile 1962, n.
283, e’ il seguente:
«Art. 22. – Il Ministro per la sanita’, entro sei mesi
dalla pubblicazione della presente legge, sentito il
Consiglio superiore di sanita’, pubblichera’ con suo
decreto, l’elenco degli additivi chimici consentiti nella
preparazione e per la conservazione delle sostanze
alimentari, nel quale dovranno essere specificate, oltre le
loro caratteristiche chimico-fisiche, i requisiti di
purezza, i metodi di dosaggio negli alimenti, i casi di
impiego e le dosi massime d’uso degli stessi.
Entro un anno il Ministro per la sanita’ pubblichera’
l’elenco dei metodi ufficiali d’analisi delle sostanze
alimentari.
Il Ministro per la sanita’ e’ autorizzato a provvedere
con successivi decreti ai periodici necessari
aggiornamenti.».
– Si riporta il comma 3 dell’art. 17 della legge
23 agosto 1988, n. 400 (Disciplina dell’attivita’ di
Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei
Ministri):
«3. Con decreto ministeriale possono essere adottati
regolamenti nelle materie di competenza del Ministro o di
autorita’ sottordinate al Ministro, quando la legge
espressamente conferisca tale potere. Tali regolamenti, per
materie di competenza di piu’ Ministri, possono essere
adottati con decreti interministeriali, ferma restando la
necessita’ di apposita autorizzazione da parte della legge.
I regolamenti ministeriali ed interministeriali non possono
dettare norme contrarie a quelle dei regolamenti emanati
dal Governo.
Essi devono essere comunicati al Presidente del
Consiglio dei Ministri prima della loro emanazione.».
Note all’art. 1:
– Il testo vigente dell’art. 12 del decreto
ministeriale n. 209/1996 (Regolamento concernente la
disciplina degli additivi alimentari consentiti nella
preparazione e per la conservazione delle sostanze
alimentari in attuazione delle direttive n. 94/34/CE, n.
94/35/CE, n. 94/36/CE, n. 95/2/CE e n. 95/31/CE), come
modificato dal decreto qui pubblicato, e’ il seguente:
«Art. 12 (Etichettatura). – 1. La denominazione di
vendita degli edulcoranti da tavola deve contenere
l’indicazione “edulcorante da tavola a base di …” seguita
dal nome delle sostanze dolcificanti di cui sono composti.
2. L’etichettatura degli edulcoranti da tavola
contenenti polioli o aspartame o entrambi deve contenere le
seguenti avvertenze:
a) polioli: “un consumo eccessivo puo’ avere effetti
lassativi”;
b) aspartarne: “contiene una fonte di fenilalanina”;
c) sale di aspartame – acesulfame: “contiene una
fonte di fenilalanina”.
3. L’etichettatura dei prodotti alimentari contenenti
polioli o aspartame o entrambi deve contenere le seguenti
avvertenze:
a) prodotti alimentari contenenti polioli in
quantita’ superiore al 10%: “un consumo eccessivo puo’
avere effetti lassativi”;
b) prodotti alimentari contenenti aspartame:
“contiene una fonte di fenilalanina”;
c) prodotti alimentari contenenti sale di
aspartame-acesulfame: “contiene una fonte di
fenilalanina”.».
– L’allegato VIII del citato decreto ministeriale n.
209/1996 riporta l’elenco degli «edulcoranti autorizzati e
relative condizioni di impiego».
– La tabella relativa alla voce «E 952 acido ciclamico
e i suoi sali di sodio e di calcio» riportata nell’allegato
VIII del citato decreto ministeriale n. 209/l996 e’
sostituita dall’allegato I del decreto qui pubblicato.
– All’allegato VIII del citato decreto ministeriale n.
209/1996 e’ aggiunta in fine la tabella relativa alle voci
«E 955 sucralosio» ed «E 962 sale di aspartame-acesulfame»
riportata nell’allegato II del decreto qui pubblicato.

Art. 2.
1. La commercializzazione dei prodotti alimentari non conformi
alle disposizioni del presente decreto sara’ vietata a partire dal
29 luglio 2005. Tuttavia i prodotti immessi sul mercato o etichettati
prima del 29 luglio 2005 possono essere commercializzati fino al 29
gennaio 2006.

Art. 3.
1. In relazione a quanto disposto dall’articolo 117, quinto
comma, della Costituzione le norme del presente decreto si applicano,
per le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano che non
abbiano provveduto entro il 29 gennaio 2005 al recepimento della
direttiva, fino alla data di entrata in vigore della normativa di
attuazione di ciascuna regione e provincia autonoma, adottata nel
rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario.
Il presente decreto munito del sigillo dello Stato, sara’
inserito nella raccolta ufficiale degli atti normativi della
Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo
e farlo osservare.
Roma, 9 agosto 2005
Il Ministro: Storace

Visto, il Guardasigilli: Castelli

Registrato alla Corte dei conti il 9 settembre 2005
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 5, foglio n. 134

Allegato I
(art. 1, comma 1, lettera c), punto 7)

—-> vedere ALLEGATO da pag. 5 a pag. 7 della G.U. in formato zip/pdf

Allegato II
(art. 1, comma 1, lettera c), punto 8)

—-> vedere ALLEGATO da pag. 8 a pag. 16 della G.U. in zip/pdf

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 9 Agosto 2005, n. 199: Regolamento recante recepimento della direttiva 2003/115/CE che modifica la direttiva 94/35/CE sugli edulcoranti destinati ad essere utilizzati nei prodotti alimentari. Aggiornamento del decreto ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209, concernente la disciplina degli additivi alimentari consentiti nella preparazione e per la conservazione delle sostanze alimentari. (GU n. 223 del 24-9-2005

Geologi.info