MINISTERO DELLA SALUTE - Geologi.info | Geologi.info

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 17 novembre 2004: Prodotti fitosanitari: Recepimento della direttiva n. 2004/95/CE della Commissione ed aggiornamento del decreto del Ministro della salute 27 agosto 2004, concernente i limiti massimi di residui delle sostanze attive nei prodotti destinati all'alimentazione. (GU n. 30 del 7-2-2005)

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 17 novembre 2004

Prodotti fitosanitari: Recepimento della direttiva n. 2004/95/CE
della Commissione ed aggiornamento del decreto del Ministro della
salute 27 agosto 2004, concernente i limiti massimi di residui delle
sostanze attive nei prodotti destinati all’alimentazione.

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visti gli articoli 5, lettera h), e 6, della legge 30 aprile 1962,
n. 283, successivamente modificata con legge 26 febbraio 1963, n.
441;
Visto l’art. 19 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, che
prevede l’adozione con decreto del Ministro della salute di limiti
massimi di residui di sostanze attive dei prodotti fitosanitari;
Visto l’art. 34 del decreto del Presidente della Repubblica
23 aprile 2001, n. 290, relativo ai residui ed intervalli di carenza;
Visto il decreto del Ministro della salute 27 agosto 2004 «Prodotti
fitosanitari: limiti massimi di residui della sostanze attive nei
prodotti destinati all’alimentazione» (in corso di registrazione alla
Corte dei Conti);
Visti i decreti del Ministro della sanita’ 23 dicembre 1992
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 305 del 30 dicembre 1992),
30 luglio 1993 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 182 del
5 agosto 1993) e il decreto del Ministro della salute del 23 luglio
2003 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 221 del 23 settembre
2003) concernenti, tra l’altro, disposizioni circa il programma di
controlli intesi a verificare il rispetto delle quantita’ massime di
residui di sostanze attive dei prodotti fitosanitari tollerate nei
prodotti destinati all’alimentazione;
Vista la direttiva 2004/95/CE della Commissione del 24 settembre
2004, recante modifica della direttiva 90/642/CEE del Consiglio per
quanto riguarda le quantita’ massime di residui delle sostanze attive
bifentrin e famoxadone;
Considerato che il rispetto della pratica agricola dei prodotti
fitosanitari autorizzati in Italia, contenenti le sostanze attive
bifentrin e famoxadone, e’ in grado di garantire un livello di
residuo nei prodotti vegetali inferiore ai limiti indicati nella
citata direttiva;
Ritenuto pertanto necessario aggiornare il decreto ministeriale
27 agosto 2004 con le nuove quantita’ massime di residui delle
sostanze attive bifentrin e famoxadone;
Decreta:
Art. 1.
I limiti massimi di residui delle sostanze attive bifentrin e
famoxadone indicati nell’allegato 2 del decreto del Ministro della
salute 27 agosto 2004 sono sostituiti da quelli che figurano
nell’allegato 1 del presente decreto a decorrere dal 26 marzo 2005.
Il presente decreto, trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana, entrera’ in vigore dal giorno successivo alla sua
pubblicazione.
Roma, 17 novembre 2004
Il Ministro: Sirchia

Registrato alla Corte dei conti il 30 dicembre 2004
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 6, foglio n. 392

Allegato 1

LIMITI MASSIMI DI RESIDUI DELLE SOSTANZE ATTIVE DEI PRODOTTI
FITOSANITARI TOLLERATI NEI PRODOTTI DESTINATI ALL’ALIMENTAZIONE
(ESCLUSI I PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE) IN ATTUAZIONE DI DISPOSIZIONI
COMUNITARIE (VALORI SOTTOLINEATI), NONCHE¨ LIMITI MASSIMI DI RESIDUI
PROVVISORI NAZIONALI IN ATTESA DI ARMONIZZAZIONE COMUNITARIA (VALORI
NON SOTTOLINEATI).

—-> vedere allegato a pag. 11 della G.U. in formato zip/pdf

MINISTERO DELLA SALUTE

Geologi.info