MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 12 dicembre 2005 - Geologi.info | Geologi.info

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 12 dicembre 2005

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 12 dicembre 2005 - Adeguamento dell'importo delle sanzioni amministrative di cui all'articolo 15 della legge 12 marzo 1999, n. 68. (GU n. 302 del 29-12-2005)

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 12 dicembre 2005

Adeguamento dell’importo delle sanzioni amministrative di cui
all’articolo 15 della legge 12 marzo 1999, n. 68.

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante «Norme
generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche», il quale all’art. 4, comma 1, lettere a)
e d), prevede che spettino agli organi di governo «le decisioni in
materia di atti normativi e l’adozione dei relativi atti di indirizzo
interpretativo ed applicativo» e «la definizione dei criteri generali
in materia di ausili finanziari a terzi e di determinazione di
tariffe, canoni e analoghi oneri a carico di terzi»;
Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68, recante «Norme per il diritto
al lavoro dei disabili», che all’art. 15, comma 5, stabilisce che gli
importi delle sanzioni amministrative in materia di collocamento
obbligatorio di cui ai commi 1 e 4 del predetto articolo siano
adeguati ogni cinque anni con decreto del Ministro del lavoro e della
previdenza sociale;
Ritenuto, in assenza di criteri indicati da espresse disposizioni
di legge relativamente alla fattispecie in esame, di dover provvedere
all’adeguamento delle sanzioni amministrative di cui all’art. 15,
commi 1 e 4, della legge 12 marzo 1999, n. 68, adottando il criterio
privilegiato dal legislatore nella quasi totalita’ dei casi di
aggiornamento di sanzioni amministrative pecuniarie, ossia la
variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo per famiglie
di operai ed impiegati, verificatasi in un determinato periodo di
tempo ed accertata dall’Istituto nazionale di statistica;
Vista la comunicazione dell’Istituto nazionale di statistica n. 558
del 23 febbraio 2005 da cui risulta che la variazione dell’indice dei
prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati e’ stata pari
al 12,1 % nel periodo di riferimento gennaio 2000-gennaio 2005;
Visto il decreto legislativo 24 giugno 1998, n. 213, recante
«Disposizioni per l’introduzione dell’euro nell’ordinamento
nazionale, a norma dell’art. 1, comma 1, della legge 17 dicembre
1997, n. 433», il quale all’art. 51, commi 2 e 3, statuisce che, a
decorrere dal 1° gennaio 2002, ogni sanzione amministrativa espressa
in lire nelle vigenti disposizioni normative debba essere tradotta in
euro secondo il tasso di conversione eliminando gli eventuali
decimali, al fine di conservare la congruita’ e la proporzionalita’
delle sanzioni e di rispettare nello stesso tempo il principio del
favor rei;
Decreta:
Art. 1.
1. Gli importi delle sanzioni amministrative di cui all’art. 15,
comma 1, della legge 12 marzo 1999, n. 68, sono convertiti da «lire
1.000.000» ad «euro 516,00» e da «lire 50.000» ad «euro 25,00» e poi
aumentati rispettivamente sino ad «euro 578,43» e ad «euro 28,02».
2. L’importo della sanzione amministrativa di cui all’art. 15,
comma 4, della legge 12 marzo 1999, n. 68, e convertito da «lire
100.000» ad «euro 51,00» e poi aumentato sino ad «euro 57,17».

Art. 2.
1. Il presente decreto entra in vigore il quindicesimo giorno
successivo a quello della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 12 dicembre 2005
Il Ministro: Maroni

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 12 dicembre 2005

Geologi.info