ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO - PROVVEDIMENTO 9 ottobre 2006 - Geologi.info | Geologi.info

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO – PROVVEDIMENTO 9 ottobre 2006

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO - PROVVEDIMENTO 9 ottobre 2006 Modifiche ed integrazioni al regolamento n. 2 del 9 maggio 2006, di attuazione degli articoli 2 e 4 della legge 7 agosto 1990, n. 241, concernente la determinazione dei termini di conclusione e delle unita' organizzative responsabili dei procedimenti dell'ISVAP. (Provvedimento n. 2465). (GU n. 243 del 18-10-2006)

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE
COLLETTIVO

PROVVEDIMENTO 9 ottobre 2006
Modifiche ed integrazioni al regolamento n. 2 del 9 maggio 2006, di
attuazione degli articoli 2 e 4 della legge 7 agosto 1990, n. 241,
concernente la determinazione dei termini di conclusione e delle
unita’ organizzative responsabili dei procedimenti dell’ISVAP.
(Provvedimento n. 2465).

L’ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI
PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO
Vista la legge 12 agosto 1982, n. 576, e successive modifiche ed
integrazioni, concernente la riforma della vigilanza sulle
assicurazioni;
Visto il decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209, approvativo
del codice delle assicurazioni private;
Vista la legge 28 dicembre 2005 n. 262, recante disposizioni per la
tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari;
Visti l’art. 2, comma 2, l’art. 4, ai sensi dei quali gli enti
pubblici nazionali stabiliscono, secondo i propri ordinamenti, i
termini entro i quali devono concludersi i procedimenti di propria
competenza e individuano le relative unita’ organizzative
responsabili, nonche’ i principi di cui ai capi I, II, e III della
legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la delibera assunta dal consiglio in data 3 maggio 2006, con
la quale e’ stato adottato il regolamento n. 2 del 9 maggio 2006,
recante attuazione degli articoli 2 e 4 della legge 7 agosto 1990, n.
241 e concernente la determinazione dei termini di conclusione e
delle unita’ organizzative responsabili dei procedimenti dell’ISVAP;
Ritenuta la necessita’ di modificare ed integrare la parte generale
e la tabella allegata di tale regolamento alla luce di nuove esigenze
di carattere organizzativo;
Vista la delibera assunta dal consiglio in data 28 settembre 2006,
con la quale sono state apportate modifiche ed integrazioni al
regolamento n. 2 del 9 maggio 2006, recante attuazione degli
articoli 2 e 4 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e concernente la
determinazione dei termini di conclusione e delle unita’
organizzative responsabili dei procedimenti dell’ISVAP;
Adotta
le seguenti modifiche ed integrazioni:

Art. 1.
Modifiche alla parte generale del regolamento
1. Il secondo periodo del comma 1 dell’art. 3 e’ sostituito dal
seguente:
«La data di ricevimento e’ quella del timbro di arrivo presso
l’Autorita».
2. Al primo periodo dell’art. 3, comma 3, le parole «viene data»
sono sostituite da «il responsabile del procedimento ne da».
3. Al primo periodo dell’art. 3, comma 3, dopo le parole «con
tempestivita» e’ aggiunto «e comunque non oltre venti giorni dal
ricevimento dell’istanza stessa».
4. All’ultimo periodo dell’art. 4, comma 2, dopo le parole «atto
propulsivo stesso» e’ aggiunto il seguente periodo:
«La data di ricevimento e’ quella del timbro di arrivo presso
l’Autorita».
5. Al primo periodo dell’art. 6, comma 1, dopo le parole «il
responsabile del procedimento da’ comunicazione» e’ aggiunto «con
tempestivita’ e comunque non oltre venti giorni dalla data di cui
agli articoli 3, comma 1, e 4».
6. All’art. 6 e’ aggiunto il seguente comma:
«4. In caso di mancata comunicazione ai sensi del comma 1 o
dell’art. 3 comma 3, il termine dell’avvio del procedimento decorre
dalla data di cui agli articoli 3, comma 1, e 4».

Art. 2.
Modifiche alla tabella allegata al regolamento
1. Alla sezione I della tabella allegata al regolamento
(procedimenti di vigilanza ad iniziativa di parte), lettera A
(vigilanza sulle imprese) – procedimenti, sono inseriti i seguenti
procedimenti:

=====================================================================
| | Norma di | Unita’ |
N.| Procedimento | riferimento | organizzativa |Termine
=====================================================================
|Approvazione della| | |
|fusione tra | | |
|gestioni separate | | |
|o tra fondi |Art. 33, circolare |Servizio vigilanza |
46|interni |ISVAP n. 551/05 |I o II |60 gg.
———————————————————————
|Affidamento in | | |
|outsourcing |Art. 12. 2. 1, | |
|dell’attivita’ di |Circolare ISVAP n. |Servizio vigilanza |
47|revisione interna |577/05 |I o lI |60 gg.

2. Alla sezione I della tabella allegata al regolamento
(procedimenti di vigilanza ad iniziativa di parte), lettera B
(vigilanza sugli intermediari assicurativi e riassidurativi e sui
periti assicurativi) sono inserite le seguenti modifiche:
al punto n. 1 (iscrizione e reiscrizione nel registro unico degli
intermediari assicurativi e riassicurativi) il termine del
procedimento di centottanta giorni, e’ sostituito da quello di
«novanta giorni»;
al punto n. 5 (iscrizione e reiscrizione nel ruolo dei periti
assicurativi), il termine del procedimento di centottanta giorni, e’
sostituito da quello di «novanta giorni».

Art. 3.
Pubblicazione ed entrata in vigore
1. Il presente provvedimento, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana e nel Bollettino dell’ISVAP nonche’ reso
disponibile sul sito Internet dell’Autorita’, entra in vigore il
giorno successivo a quello della pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 9 ottobre 2006
Il presidente: Giannini

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO – PROVVEDIMENTO 9 ottobre 2006

Geologi.info