ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE - Geologi.info | Geologi.info

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE - PROVVEDIMENTO 9 settembre 2005: Regolamento generale delle strutture dell'Istituto nazionale di fisica nucleare. (GU n. 218 del 19-9-2005)

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

PROVVEDIMENTO 9 settembre 2005

Regolamento generale delle strutture dell’Istituto nazionale di
fisica nucleare.

IL PRESIDENTE

Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, «Istituzione del Ministero
della universita’ e della ricerca scientifica e tecnologica»;
Visto il Regolamento generale dell’INFN;
Visto il Regolamento generale delle strutture dell’INFN, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 192 del
20 agosto 2003;
Visto, in particolare, l’elenco delle strutture dell’INFN allegato
al predetto regolamento generale delle strutture dell’Istituto;
Vista la deliberazione n. 9229 del 22 luglio 2005, con la quale il
Consiglio direttivo ha istituito la Sezione di Milano «Bicocca», con
sede in Milano presso l’Universita’ degli studi di Milano «Bicocca»,
ed ha contestualmente cambiato la denominazione delle Sezioni INFN di
«Roma II» in «Roma Tor Vergata» e «Roma III» in «Roma Tre»,
modificando l’elenco delle strutture allegato al menzionato
regolamento generale delle strutture, dando anche mandato al
presidente di procedere ai conseguenti adempimenti;
Vista la nota dell’Istituto del 27 luglio 2005, prot. n. 014944,
con la quale la deliberazione n. 9229 del 22 luglio 2005 e’ stata
trasmessa al Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della
ricerca, ai sensi di quanto disposto dalla citata legge 9 maggio
1989, n. 168;
Vista la nota del 4 agosto 2005, prot. n. 708, con la quale il
Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca approva
la anzidetta deliberazione n. 9229 del 22 luglio 2005;
Visto quanto disposto dall’art. 8, comma 4, della richiamata legge
9 maggio 1989, n. 168;
Tutto quanto sopra premesso e considerato;
Dispone:

1. Che si provveda alla pubblicazione, nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana, del Regolamento generale delle strutture
dell’INFN, nel testo allegato alla presente disposizione di cui
costituisce parte integrante e sostanziale.
2. La presente disposizione con il relativo allegato, e’ inviata al
Ministero della giustizia per la pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana, ai sensi dell’art. 8, comma 4,
della legge 9 maggio 1989, n. 168.
Frascati, 9 settembre 2005
Il Presidente: Petronzio

ALLEGATO ALLA DISPOSIZIONE DEL PRESIDENTE
DELL’INFN N. 11134/ 2005

REGOLAMENTO GENERALE DELLE STRUTTURE
DELL’ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE (INFN)
(A cura della Direzione Affari Generali e Ordinamento
dell’INFN – Ufficio Ordinamento)
Art. 1
Le Strutture
1. Per l’espletamento dei propri compiti istituzionali l’INFN opera
con Strutture proprie eventualmente integrate con quelle
dell’universita’, di altri istituti pubblici di ricerca e di
amministrazioni dello Stato.
2. L’Istituto e’ articolato nelle seguenti Strutture:
– Sezioni;
– Laboratori Nazionali;
– Centri Nazionali;
– Amministrazione Centrale.
3. Nel presente Regolamento, ai sensi dell’articolo 9 del Regolamento
Generale dell’Istituto, e’ altresi’ considerato il Servizio di
Presidenza.
4. I provvedimenti organizzativi delle Strutture di cui agli articoli
20, comma 1, lettera a) e 24, comma 2, lettera a), del Regolamento
Generale dell’Istituto, dovranno essere conformi a quanto stabilito
con il presente Regolamento Generale delle Strutture.
Art. 2
Le Sezioni
1. Le Sezioni sono Strutture scientifiche aventi il fine di svolgere
l’attivita’ di ricerca nel quadro degli obiettivi programmatici
dell’Istituto; esse hanno sede di norma presso i dipartimenti di
fisica delle universita’ sulla base di apposite convenzioni. Alle
Sezioni possono afferire Gruppi Collegati aventi sede presso
universita’ o centri di ricerca che non siano sede di Sezioni
dell’Istituto.
2. Le Sezioni, in rapporto con le esigenze organizzative,
amministrative e tecniche della ricerca, nonche’ ai fini del
trasferimento delle conoscenze e delle tecnologie acquisite, possono
articolarsi in Unita’ Funzionali e Servizi, con apposito
provvedimento organizzativo, ai sensi di quanto stabilito dagli
articoli 10, comma 4, lettera h) e 20, comma 1, lettera a), del
Regolamento Generale dell’Istituto e con le procedure ivi previste.
3. Alle Unita’ Funzionali e’ preposto, con provvedimento del
Direttore, personale dipendente con profilo professionale di
ricercatore ovvero di tecnologo, ovvero professori universitari
ordinari, straordinari ed associati, dotati di incarico di ricerca,
ovvero ricercatori universitari, comunque dotati di incarico di
ricerca.
4. Ai Servizi, a seconda della loro rilevanza quantitativa e/o
qualitativa, puo’ essere preposto, con provvedimento del Direttore,
personale dipendente, ovvero personale non dipendente, dotato di
incarico di ricerca o di collaborazione tecnica.
5. Presso la Sezione di Pisa e’ istituita l’Unita’ Funzionale Virgo.
Ad essa e’ preposto, con provvedimento del Direttore, oltreche’ il
personale dipendente e non di cui al precedente comma 3, anche
personale di istituzioni di ricerca internazionali, comunitarie e
straniere inquadrato in analoghi profili professionali.
L’Unita’ Funzionale Virgo puo’ articolarsi al suo interno con
modalita’ analoghe a quelle descritte nel successivo articolo 3,
comma 4.
Art. 3
I Laboratori Nazionali
1. I Laboratori Nazionali sono Strutture scientifiche aventi il fine
di sviluppare, realizzare e gestire grandi complessi strumentali per
le attivita’ di ricerca dell’Istituto ed eventualmente di altri enti,
nonche’ di svolgere attivita’ di ricerca nel quadro degli obiettivi
programmatici dell’Istituto. Ai Laboratori Nazionali possono afferire
Gruppi Collegati aventi sede presso universita’ o centri di ricerca
che non siano sede di Sezioni dell’Istituto.
2. I Laboratori Nazionali, in rapporto con le esigenze organizzative,
amministrative e tecniche della ricerca, nonche’ ai fini del
trasferimento delle conoscenze e delle tecnologie acquisite, possono
articolarsi in Divisioni, Unita’ Funzionali e Servizi, con apposito
provvedimento
organizzativo, ai sensi di quanto stabilito dagli articoli 10, comma
4, lettera h) e 20, comma 1, lettera a), del Regolamento Generale
dell’Istituto e con le procedure ivi previste.
3. Possono essere istituite alcune o tutte tra le seguenti Divisioni:
– Divisione ricerca;
– Divisione tecnica e dei servizi generali;
– Divisione acceleratori.
Le Divisioni si articolano in Servizi.
4. Le Unita’ Funzionali ed i Servizi possono articolarsi in Reparti,
qualora trattasi di attivita’ tecniche ed in Uffici, qualora trattasi
di attivita’ amministrative.
5. Alle Divisioni definite al precedente comma 3, e’ preposto, con
provvedimento del Direttore:
– alla Divisione ricerca, personale dipendente appartenente al
profilo professionale di ricercatore ovvero professori universitari
ordinari, straordinari ed associati, dotati di incarico di ricerca,
ovvero ricercatori universitari, comunque dotati di incarico di
ricerca;
– alla Divisione tecnica e dei servizi generali ed alla Divisione
acceleratori, personale dipendente appartenente al profilo
professionale di tecnologo ovvero di ricercatore, ovvero professori
universitari ordinari, straordinari ed associati dotati di incarico
di ricerca ovvero ricercatori universitari comunque dotati di
incarico di ricerca.
6. Alle Unita’ Funzionali e’ preposto, con provvedimento del
Direttore, personale dipendente con profilo professionale di
ricercatore ovvero di tecnologo, ovvero professori universitari
ordinari, straordinari ed associati, dotati di incarico di ricerca,
ovvero ricercatori universitari, comunque dotati di incarico di
ricerca.
7. Ai Servizi, ai Reparti ed agli Uffici, a seconda della loro
rilevanza quantitativa elo qualitativa, puo’ essere preposto, con
provvedimento del Direttore, di norma, personale dipendente, ovvero
personale non dipendente, dotato di incarico di ricerca o di
collaborazione tecnica.
Art. 4
I Centri Nazionali
1. I Centri Nazionali sono Strutture tecnologiche aventi il fine di
sviluppare, realizzare o gestire apparecchiature strumentali per le
attivita’ dell’Istituto, nonche’ di svolgere attivita’ di ricerca e
sviluppo tecnologico nel quadro degli obiettivi programmatici
dell’Istituto.
2. I Centri Nazionali, in rapporto con le esigenze organizzative,
amministrative e tecniche, nonche’ ai fini del trasferimento delle
conoscenze e delle tecnologie acquisite, possono articolarsi in
Unita’ Funzionali e Servizi, con apposito provvedimento
organizzativo, ai sensi di quanto stabilito dagli articoli 10, comma
4, lettera h) e 20, comma 1, lettera a), del Regolamento Generale
dell’Istituto e con le procedure ivi previste.
3. Alle Unita’ Funzionali e’ preposto, con provvedimento del
Direttore, personale dipendente con profilo professionale di
tecnologo.
4. Ai Servizi, a seconda della loro rilevanza quantitativa e/o
qualitativa, puo’ essere preposto, con provvedimento del Direttore,
di norma, personale dipendente, ovvero personale non dipendente,
dotato di incarico di ricerca o di collaborazione tecnica.
Art. 5
L’Amministrazione Centrale
1…

[Continua nel file zip allegato]

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

Geologi.info