DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 16 Febbraio 2007 - Geologi.info | Geologi.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 16 Febbraio 2007

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 16 Febbraio 2007 - Organizzazione, composizione, funzionamento e risorse dell'Osservatorio nazionale del turismo, ai sensi dell'articolo 9, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 6 aprile 2006, n. 207. (GU n. 114 del 18-5-2007 )

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 16 Febbraio 2007

Organizzazione, composizione, funzionamento e risorse
dell’Osservatorio nazionale del turismo, ai sensi dell’articolo 9,
comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 6 aprile 2006,
n. 207.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante la disciplina
dell’attivita’ di Governo e dell’ordinamento della Presidenza del
Consiglio dei Ministri;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante la
riforma dell’organizzazione del Governo;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, concernente
l’ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, a norma
dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59;
Visto l’art. 1, comma 19-bis, del decreto-legge 18 maggio 2006, n.
181, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2006, n.
233, cosi’ come modificato dall’art. 15, comma 5, del decreto-legge
3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni, dalla legge
24 novembre 2006, n. 286, che ha attribuito al Presidente del
Consiglio dei Ministri le competenze statali in materia di turismo e
che, per l’esercizio di tali funzioni, ha istituito, presso la
Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dipartimento per lo
sviluppo e la competitivita’ del turismo;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
13 luglio 2006, n. 167, che ha delegato al Vice Presidente del
Consiglio dei Ministri, on.le Francesco Rutelli, le funzioni in
materia di turismo;
Visto il decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, recante disposizioni
urgenti nell’ambito del Piano di azione per lo sviluppo economico,
sociale e territoriale, convertito con modificazioni dalla legge
14 maggio 2005, n. 80;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 6 aprile 2006, n.
207 “Regolamento recante organizzazione e disciplina dell’Agenzia
nazionale del turismo, a norma dell’art. 12, comma 7, del
decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni,
dalla legge 14 maggio 2005, n. 80;
Visto in particolare l’art. 9, del citato decreto del Presidente
della Repubblica del 6 aprile 2006, n. 207, che istituisce
l’Osservatorio nazionale del turismo con compiti di studio, analisi e
monitoraggio delle dinamiche economico-sociali connesse al fenomeno,
anche ai fini della misurazione del livello di competitivita’ del
sistema e che demanda ad un successivo provvedimento la definizione
dell’organizzazione, della composizione, del funzionamento e delle
risorse dell’Osservatorio nazionale del Turismo;
Visto l’art. 1, comma n. 1229 della legge 27 dicembre 2006, n. 296,
che autorizza la spesa di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni
2007, 2008 e 2009, da assegnare all’Osservatorio nazionale del
turismo;
Vista la legge del 27 dicembre 2006, n. 298, di approvazione del
bilancio di previsione dello Stato per l’anno 2007 con la quale e’
stata attribuita alla Presidenza del Consiglio dei Ministri –
Dipartimento per lo sviluppo e la competitivita’ del turismo la somma
di 2 milioni di euro di cui all’art. 1, comma 1229 della legge
finanziaria;
Considerato che il Dipartimento per lo sviluppo e la competitivita’
del turismo ha competenza in materia di studi, ricerche, raccolta di
dati statistici, monitoraggio degli investimenti e dell’occupazione
inerenti il fenomeno turistico;
Considerato che il Comitato delle politiche turistiche nella seduta
del 14 dicembre 2006 ha acquisito l’ipotesi progettuale allegata
senza formulare osservazioni se non quella di prevedere idonee forme
di monitoraggio dei flussi turistici che interessano le citta’ d’arte
particolarmente soggette al fenomeno dell’escursionismo, anche al
fine di elaborare proposte per rendere disponibili risorse economiche
aggiuntive per compensare i maggiori oneri sostenuti dalle
amministrazioni locali per taluni servizi pubblici;
Ritenuto opportuno regolare i rapporti tra il Dipartimento per lo
sviluppo e la competitivita’ del turismo e l’Unioncamere con apposita
Convenzione, avendo acquisito la disponibilita’ della stessa
Unioncamere a partecipare, anche finanziariamente, alle attivita’ di
ricerca dell’Osservatorio nazionale del turismo;
Acquisita l’intesa della Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano
espressa nella seduta del 1° febbraio 2007, con osservazioni recepite
nel presente decreto;
Decreta:

Art. 1.
Per lo svolgimento dei compiti previsti nell’art. 9, comma 1, del
decreto del Presidente della Repubblica 6 aprile 2006, n. 207,
l’Osservatorio nazionale del turismo, di seguito denominato
Osservatorio, ha sede in Roma presso la Presidenza del Consiglio dei
Ministri – Dipartimento per lo sviluppo e la competitivita’ del
turismo.

Art. 2.
1. Al fine della individuazione delle strategie e del coordinamento
dell’attivita’ svolta dall’Osservatorio, e’ istituito un Comitato
direttivo presieduto dal Capo del Dipartimento per lo sviluppo e la
competitivita’ del turismo e composto da un rappresentante designato
dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e
le Province autonome di Trento e Bolzano, con funzioni di
coordinatore, da tre esperti, designati dalla stessa Conferenza, da
un rappresentante designato dalla Banca d’Italia e da due
rappresentanti designati dall’Unioncamere. Alle riunioni del Comitato
e’ invitato un rappresentante dell’Istat.
2. I componenti del Comitato direttivo dell’osservatorio durano in
carica tre anni e possono essere riconfermati.
3. Le funzioni di segreteria, organizzazione e gestione delle
risorse statali dell’Osservatorio sono svolte da un Servizio del
Dipartimento per lo sviluppo e la competitivita’ del turismo. Per le
spese di funzionamento e di assistenza tecnica potranno essere
utilizzate risorse non superiori al 3% della complessiva
disponibilita’ dell’Osservatorio.
4. La partecipazione al Comitato direttivo dell’osservatorio non
comporta oneri aggiuntivi per il bilancio dello Stato.

Art. 3.
1. Il Presidente rappresenta l’Osservatorio in tutte le sedi
nazionali ed internazionali, fatta salva la possibilita’ di delegare
i membri dello stesso Comitato.
2. In caso di assenza o impedimento, le funzioni del Presidente
sono svolte dal coordinatore.
3. Ai fini della validita’ delle riunioni e’ necessaria la presenza
della maggioranza dei membri in carica. Le decisioni sono adottate a
maggioranza semplice dei presenti. In caso di parita’, prevale il
voto del Presidente.
4. Con deliberazione a maggioranza assoluta dei componenti, il
Comitato direttivo dell’osservatorio disciplina le modalita’ di
convocazione e svolgimento delle proprie riunioni, nonche’ le
modalita’ di elaborazione e tenuta dei verbali e di ogni altra
documentazione diretta a registrare l’attivita’ dell’organismo.
5. Entro il 30 giugno di ogni anno il Comitato direttivo delibera
il programma annuale di attivita’ dell’Osservatorio per l’anno
seguente, anche sulla base delle indicazioni del Comitato per le
politiche turistiche. In caso di necessita’ l’Osservatorio ha la
possibilita’ di deliberare indagini o studi, anche a campione, al di
fuori del predetto programma annuale.
6. Agli oneri finanziari derivanti dal funzionamento
dell’Osservatorio si provvede mediante le risorse previste nel
capitolo “Spese per attivita’ di indagine, di studi, di
documentazione e di programmazione” di competenza del Dipartimento
dello sviluppo e competitivita’ del turismo e attraverso la stipula
di apposite convenzioni con l’Unioncamere o altri enti pubblici anche
territoriali.
7. Entro il 28 febbraio di ciascun anno, l’Osservatorio approva i
risultati conseguiti nel corso dell’anno precedente che vengono
trasmessi al Comitato per le politiche turistiche.

Art. 4.
1. Per specifiche esigenze inerenti ad attivita’ comprese nel
programma di cui al precedente articolo, l’Osservatorio nazionale del
turismo puo’ procedere all’affidamento di incarichi attraverso
procedure ad evidenza pubblica a soggetti di comprovata esperienza.
2. L’affidamento di tali incarichi deve essere previsto nell’ambito
della programmazione annuale delle attivita’, assieme alla
quantificazione della spesa a tal fine prevista. Al relativo onere si
provvede nei limiti delle disponibilita’ finanziarie.

Art. 5.
In fase di prima attuazione il programma di attivita’ per l’anno
2007 e’ costituito dal documento allegato al presente decreto, che
potra’ essere comunque modificato e integrato dal Comitato direttivo
assicurando l’invarianza della spesa.
Il presente decreto sara’ trasmesso ai competenti organi di
controllo per la registrazione e sara’ inserito nella raccolta
ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana.
Roma, 16 febbraio 2007

Il vice Presidente del Consiglio dei Ministri
con delega al turismo
Rutelli

Registrato alla Corte dei conti il 5 aprile 2007
Ministeri istituzionali – Presidenza del Consiglio dei Ministri,
registro n. 3, foglio n. 385

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 16 Febbraio 2007

Geologi.info