COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 29 luglio 2005 - Geologi.info | Geologi.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 29 luglio 2005

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 29 luglio 2005 - Fondo per le aree sottoutilizzate, ex articolo 61 della legge finanziaria 2003. Assegnazioni per l'anno 2005 (completamenti legge n. 64/1986). (Deliberazione n. 112/05). (GU n. 284 del 6-12-2005)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 29 luglio 2005

Fondo per le aree sottoutilizzate, ex articolo 61 della legge
finanziaria 2003. Assegnazioni per l’anno 2005 (completamenti legge
n. 64/1986). (Deliberazione n. 112/05).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la legge 1° marzo 1986, n. 64, recante la «Disciplina
organica dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno»;
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, nella legge 19 dicembre 1992, n. 488, con il quale
viene, fra l’altro, disposta la soppressione del Dipartimento per gli
interventi straordinari nel Mezzogiorno e dell’Agenzia per la
promozione dello sviluppo del Mezzogiorno;
Visto il decreto legislativo 3 aprile 1993, n. 96, recante
disposizioni per il trasferimento delle competenze dei soppressi
organismi dell’intervento straordinario e del relativo personale alle
diverse amministrazioni centrali settorialmente competenti ed in
particolare l’art. 19, comma 5, che istituisce un Fondo per il
finanziamento degli interventi ordinari nelle aree depresse del
territorio nazionale;
Visto il decreto-legge 8 febbraio 1995, n. 32, convertito nella
legge 7 aprile 1995, n. 104, ed in particolare l’art. 3 che
sostituisce il predetto comma 5;
Visto il decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244, convertito nella
legge 8 agosto 1995, n. 341;
Vista la legge 27 dicembre 2002, n. 289 (finanziaria 2003) e, in
particolare, l’art. 61, comma 1, che istituisce il Fondo per le aree
sottoutilizzate, coincidenti con l’ambito territoriale delle aree
depresse, nel quale confluiscono, fra l’altro, le risorse di cui alla
predetta legge n. 64/1986;
Vista la legge 30 dicembre 2004, n. 311 (finanziaria 2005) e, in
particolare, la tabella F che, al settore di intervento n. 4,
autorizza una spesa di 474,685 milioni di euro, per l’anno 2004, per
le finalita’ della citata legge n. 64/1986;
Vista la legge 30 dicembre 2004, n. 312 di approvazione del
bilancio di previsione dello Stato per l’anno 2005 e per il triennio
2005-2007;
Viste le delibere adottate da questo Comitato a partire dall’anno
1994, con le quali sono state disposte, a favore delle
amministrazioni centrali competenti, assegnazioni finanziarie volte
ad assicurare la prosecuzione ed il completamento delle iniziative
avviate a carico della legge n. 64/1986;
Viste le note del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti n.
B3/31100 del 24 giugno 2005 e n. 12178 del 30 giugno 2005,
concernenti rispettivamente:
la richiesta di un’assegnazione di 100 milioni di euro, per
l’anno in corso, finalizzata al completamento delle opere di cui alla
legge n. 64/1986 di competenza dello stesso Ministero;
l’assegnazione definitiva dell importo di 41.316.551 euro,
secondo l’articolazione pluriennale 2005-2007 indicata dalla societa’
R.F.I., per la realizzazione della seconda fase del raddoppio della
linea ferroviaria Palermo-Punta Raisi in attuazione di quanto a suo
tempo autorizzato con la delibera CIPE 13 marzo 1996 n. 29 (Gazzetta
Ufficiale n. 116/1996) ed in particolare per il completamento e
l’attrezzaggio tecnologico del Nodo di Palermo;
Viste la richiesta del Ministero dell’economia e delle finanze,
Dipartimento del tesoro, n. 9067 del 1° febbraio 2005, concernente
l’erogazione dei contributi sull’emissione dei prestiti
obbligazionari ai sensi dell’art. 10 della legge n. 64/1986, per un
importo di 5.560.000 euro;
Vista la richiesta presentata dal Servizio centrale di segreteria
CIPE n. 20535 del 5 luglio 2005 e la documentazione ad essa allegata,
concernente il finanziamento del 1° lotto del progetto di restauro
delle «Antiche Terme stabiane», per un importo di 6.197.483 euro,
gia’ oggetto di assegnazione programmatica con la delibera di questo
Comitato 8 agosto 1995, n. 116 (Gazzetta Ufficiale n. 243/1995),
concernente gli interventi nell’area di crisi occupazionale
torrese-stabiese;
Vista la richiesta del Ministero dell’istruzione, universita’ e
ricerca n. 7231 del 26 luglio 2005 concernente le esigenze residue,
valutate in circa 53 milioni di euro, relative al completamento delle
opere di competenza ed in particolare degli interventi di cui
all’Azione organica n. 2 trasferiti allo stesso Ministero ai sensi
del decreto legislativo n. 96/1993, a carico dei fondi della legge n.
64/1986;
Vista la nota del Ministero delle politiche agricole e forestali,
gestione commissariale, n. 89 del 28 gennaio 2005, con la quale viene
richiesta l’assegnazione di 165.267 euro per i compensi da
corrispondere al Commissario ad acta ed ai consulenti giuridici per
l’anno 2005;
Tenuto conto delle esigenze del Ministero dell’economia e delle
finanze, Dipartimento per le politiche di sviluppo e di coesione,
connesse al trasferimento alle regioni meridionali – in attuazione
del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, recante conferimento
di funzioni e compiti alle regioni e agli enti locali e dei
successivi decreti attuativi del Presidente del Consiglio dei
Ministri, nonche’ della delibera di questo Comitato 20 dicembre 2004,
n. 85 (Gazzetta Ufficiale n. 107/2005) – della quota di 209.000.000
di euro, per l’anno 2005, relativa al finanziamento delle convenzioni
in corso di completamento a suo tempo stipulate dall’Agenzia per la
promozione dello sviluppo del Mezzogiorno con i diversi soggetti
attuatori;
Ritenuto di dover fronteggiare integralmente le esigenze
rappresentate dalle predette amministrazioni centrali, al fine di
assicurare continuita’ nel finanziamento delle varie iniziative in
corso di completamento, accogliendo parzialmente le sole due
richieste relative alle opere di competenza presentate dai Ministeri
delle infrastrutture e dei trasporti e dell’istruzione, universita’ e
ricerca, assegnando allo scopo gli importi rispettivamente di 50 e di
30 milioni di euro come concordato in seduta con i rappresentanti dei
due stessi Ministeri;
Ritenuto pertanto di dover disporre un’assegnazione complessiva di
308.922.750 euro, per l’anno 2005, da porre a carico del Fondo per le
aree sottoutilizzate;
Su proposta del Ministero dell’economia e delle finanze;
Delibera:
1. A valere sulle disponibilita’ del Fondo per le aree
sottoutilizzate, sono disposte, per le finalita’ di cui al decreto
legislativo n. 96/1993, le seguenti assegnazioni, per l’anno 2005, di
importo complessivo pari a 308.922.750 euro volte a fronteggiare te
esigenze rappresentate dalle amministrazioni centrali indicate in
premessa:

—-> Vedere tabella a pag. 89 in formato zip/pdf

2. Viene assegnato in via definitiva, per il finanziamento degli
interventi di completamento e attrezzaggio tecnologico del Nodo di
Palermo, l’importo di 41.316.551 euro, a fronte del quale e’
disposta, con la presente delibera, un’assegnazione di 8.000.000 euro
per il 2005. Il trasferimento dei restanti importi di 15.000.000 euro
per il 2006 e 18.316.551 euro per il 2007, sara’ disposto in
occasione dei riparti annuali che questo Comitato adottera’ per
ciascuno di tali due esercizi.
3. Secondo quanto comunicato dal Ministero dell’istruzione,
universita’ e ricerca scientifica, il fabbisogno residuo complessivo
per il completamento delle iniziative trasferite allo stesso
Ministero ai sensi del decreto legislativo n. 96/1993 e’ nell’ordine
di 53 milioni di euro, a fronte del quale viene al momento disposta
una assegnazione di 30 milioni di euro per l’anno in corso.
4. lI trasferimento delle risorse assegnate alle amministrazioni
centrali di cui al precedente punto 1, voci di spesa B. 1 e D, e’
subordinato alla presentazione al Servizio centrale di segreteria del
CIPE degli elementi relativi allo stato di utilizzazione delle
risorse assegnate in passato da questo Comitato per il completamento
degli interventi di cui alla legge n. 64/1986, secondo lo schema di
riferimento riportato nell’allegato 1 della propria delibera n.
19/2004.
5. I competenti uffici del Dipartimento della Ragioneria generale
dello Stato sono autorizzati a disporre, in attuazione della presente
delibera e per gli importi sopra indicati, le conseguenti variazioni
di bilancio dopo il rispetto dei predetti adempimenti da parte delle
Amministrazioni centrali interessate.
Roma, 29 luglio 2005
Il Presidente
Berlusconi
Il segretario del CIPE
Baldassarri
Registrato alla Corte dei conti il 28 novembre 2005
Ufficio di controllo atti Ministeri economico-finanziari, registro n.
6 Economia e finanze, foglio n. 25

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 29 luglio 2005

Geologi.info