AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 16 dicembre 2004: Determinazione del contributo tariffario da erogarsi, ai sensi dell'articolo 9, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 - Geologi.info | Geologi.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 16 dicembre 2004: Determinazione del contributo tariffario da erogarsi, ai sensi dell’articolo 9, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 16 dicembre 2004: Determinazione del contributo tariffario da erogarsi, ai sensi dell'articolo 9, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 in tema di promozione dell'uso razionale dell'energia, modifica della deliberazione 30 gennaio 2004, n. 5/04 e della integrazione della deliberazione 29 settembre 2004, n. 170/04. (Deliberazione n. 219/04). (GU n. 1 del 3-1-2005)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 16 dicembre 2004

Determinazione del contributo tariffario da erogarsi, ai sensi
dell’articolo 9, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 in
tema di promozione dell’uso razionale dell’energia, modifica della
deliberazione 30 gennaio 2004, n. 5/04 e della integrazione della
deliberazione 29 settembre 2004, n. 170/04. (Deliberazione n.
219/04).

L’AUTORITA’
PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 16 dicembre 2004,
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481/1995;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto
legislativo n. 79/1999);
il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 (di seguito:
decreto legislativo n. 164/2000);
i decreti ministeriali 24 aprile 2001;
il decreto ministeriale 20 luglio 2004 recante «Nuova
individuazione degli obiettivi quantitativi per l’incremento
dell’efficienza energetica negli usi finali di energia, ai sensi
dell’art. 9, comma 1, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79»
(di seguito: decreto ministeriale elettrico);
il decreto ministeriale gas 20 luglio 2004 recante «Nuova
individuazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio
energetico e sviluppo delle fonti rinnovabili, di cui all’art. 16,
comma 4, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164» (di seguito:
decreto ministeriale gas);
la legge 23 agosto 2004, n. 239 (di seguito: legge n. 239/2004).
Visti:
la deliberazione 11 luglio 2001, n. 156/2001;
la deliberazione 11 luglio 2001, n. 157/2001;
il documento per la consultazione 4 aprile 2002 (di seguito:
documento per la consultazione 4 aprile 2002);
la deliberazione 30 gennaio 2004, n. 5/2004 (di seguito: testo
integrato tariffe elettriche);
la deliberazione 18 settembre 2003, n. 103/2003 (di seguito:
deliberazione n. 103/2003;
la deliberazione 29 settembre 2004, n. 170/2004 (di seguito:
deliberazione n. 170/04);
la deliberazione 11 novembre 2004, n. 200/2004 (di seguito:
deliberazione n. 200/2004).
Considerato che:
l’art. 3, comma 1, dei decreti ministeriali elettrico e gas
20 luglio 2004 determina gli obiettivi quantitativi nazionali
rispettivamente di incremento dell’efficienza energetica degli usi
finali in capo ai distributori di energia elettrica ai sensi
dell’art. 9, comma 1, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, e
di risparmio energetico e sviluppo delle fonti rinnovabili in capo ai
distributori di gas naturale ai sensi dell’art. 16, comma 4, del
decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
l’art. 5, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004
stabilisce che i distributori soggetti agli obblighi di cui ai
decreti stessi perseguono gli obiettivi di cui al precedente alinea
attraverso progetti che prevedono misure ed interventi ricadenti
tipicamente nelle tipologie elencate nell’allegato I ai rispettivi
decreti;
l’art. 9, comma 1, primo paragrafo, del decreto ministeriale
elettrico, e l’art. 9, comma 1, secondo paragrafo, del decreto
ministeriale gas, prevedono che i costi sostenuti rispettivamente dai
distributori di energia elettrica e dai distributori di gas naturale
per la realizzazione dei progetti di cui ai medesimi decreti, con le
modalita’ di cui all’art. 8 degli stessi decreti, possano trovare
copertura, qualora comportino una riduzione dei consumi di energia
elettrica e limitatamente alla parte non coperta da altre risorse,
sulle componenti delle tariffe per il trasporto e la distribuzione
dell’energia elettrica, secondo criteri stabiliti dall’Autorita’;
l’art. 9, comma 1, secondo paragrafo, del decreto ministeriale
elettrico, e l’art. 9, comma 1, primo paragrafo, del decreto
ministeriale gas, prevedono che i costi sostenuti rispettivamente dai
distributori di energia elettrica e dai distributori di gas naturale
per la realizzazione dei progetti di cui ai medesimi decreti, possano
trovare copertura, qualora comportino una riduzione dei consumi di
gas naturale e limitatamente alla parte non coperta da altre risorse,
sulle componenti delle tariffe per il trasporto e la distribuzione
del gas naturale, secondo criteri stabiliti dall’Autorita’:
Considerato inoltre che:
l’art. 10, commi 3 e 5, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004,
stabilisce che i titoli di efficienza energetica di cui ai commi 1 e
2 del medesimo articolo possono essere oggetto di contrattazione
nella sede organizzata dal Gestore del mercato elettrico, ovvero
anche al di fuori di tale sede;
l’art. 11, commi 1 e 2, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004
stabilisce che entro il 31 maggio di ogni anno a decorrere dall’anno
2006, i distributori soggetti agli obblighi di cui ai medesimi
decreti (di seguito: distributori obbligati) trasmettono
all’Autorita’ i titoli di efficienza energetica posseduti ai sensi
dell’art. 10 dei decreti stessi, e che l’Autorita’ verifica che
ciascun distributore possegga titoli corrispondenti all’obiettivo
annuo ad esso assegnato ai sensi dei medesimi decreti;
l’art. 17, comma 2, della deliberazione n. 103/2003 stabilisce
che la dimensione commerciale di un titolo di efficienza energetica
e’ pari ad una tonnellata equivalente di petrolio (tep) risparmiata;
Considerato infine che:
l’art. 14, comma 2, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004
stabilisce che sono fatti salvi i procedimenti avviati dall’Autorita’
per l’energia elettrica e il gas, quelli in corso e i provvedimenti
emanati dalla medesima Autorita’ per l’energia elettrica e il gas in
attuazione dei decreti ministeriali 24 aprile 2001;
in seguito alla pubblicazione del documento per la consultazione
4 aprile 2002 e nell’ambito delle pubbliche audizioni dei soggetti
interessati organizzate dall’Autorita’ in data 13 e 14 giugno 2002,
sono stati acquisiti elementi utili per la definizione dei criteri e
delle modalita’ per l’erogazione di un contributo tariffario alla
copertura dei costi sostenuti dai distributori soggetti agli obblighi
di cui ai decreti ministeriali 20 luglio 2004;
l’evoluzione tecnologica e di mercato consente una progressiva ma
costante diminuzione dei costi delle tecnologie energeticamente
efficienti;
Ritenuto che sia opportuno:
riconoscere un contributo tariffario per i costi sostenuti dai
distributori obbligati per il conseguimento degli obiettivi di
risparmio di energia primaria posti a loro carico dai decreti stessi;
riconoscere il contributo tariffario di cui al precedente alinea
fino all’occorrenza dell’obiettivo di risparmio di energia primaria
in capo al singolo distributore, limitatamente alla quota di
obiettivo conseguita attraverso riduzioni dei consumi di energia
elettrica e di gas naturale;
riconoscere il contributo tariffario di cui al precedente alinea
sia per risparmi di energia elettrica e di gas naturale conseguiti
dai distributori attraverso la realizzazione di progetti
conformemente a quanto stabilito dai decreti ministeriali 20 luglio
2004 e dalle deliberazioni attuative dell’Autorita’, sia per
l’acquisto di titoli di efficienza energetica emessi dal Gestore del
mercato elettrico;
Ritenuto di:
definire un contributo tariffario unitario per singola tonnellata
equivalente di petrolio risparmiata;
non differenziare il contributo unitario di cui al precedente
alinea in funzione del tipo di interventi realizzati, al fine di non
alterare il meccanismo di mercato introdotto dai decreti ministeriali
20 luglio 2004 teso a promuovere gli interventi di risparmio
energetico che hanno un miglior rapporto tra costi dell’intervento e
benefici conseguiti in termini di risparmi di energia;
determinare un valore di contributo tariffario unitario che tenga
conto della necessita’ di contenere l’impatto dell’attuazione dei
decreti ministeriali 20 luglio 2004 sulle tariffe dell’energia
elettrica e del gas naturale e che tenga conto della quota dei costi
di realizzazione dei progetti di risparmio energetico che dovra’
essere mediamente coperta attraverso altre risorse;
determinare il valore del contributo tariffario unitario in modo
da garantire che l’aggravio complessivo sulla bolletta energetica dei
consumatori sia sempre inferiore al beneficio economico complessivo
derivante dall’attuazione dei decreti ministeriali 20 luglio 2004;
determinare il valore del contributo tariffario anche sulla base
delle informazioni disponibili dai confronti internazionali;
determinare il valore del contributo tariffario unitario tenendo
conto del fatto che nel periodo iniziale del meccanismo definito dai
decreti ministeriali 20 luglio 2004 verranno realizzati gli
interventi di risparmio energetico a minor costo e che,
progressivamente, dovranno essere realizzati interventi con costi via
via crescenti;
prevedere la possibilita’ di aggiornare il valore del contributo
tariffario unitario di cui al primo alinea in ragione anche
dell’andamento del prezzo dei titoli di efficienza energetica
registrato sul mercato organizzato dal Gestore del mercato elettrico;
erogare il contributo tariffario a fronte della consegna da parte
del distributore obbligato dei titoli di efficienza energetica di cui
all’art. 17, comma 1, lettere a) e b), della deliberazione n.
103/2003;
Delibera:
di approvare il seguente provvedimento:
Art. 1.
Definizioni
1.1 Ai fini della presente deliberazione si applicano le
definizioni di cui all’art. 1, comma 1.1, dell’allegato A alla
deliberazione dell’Autor…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 16 dicembre 2004: Determinazione del contributo tariffario da erogarsi, ai sensi dell’articolo 9, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004

Geologi.info