AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - Geologi.info | Geologi.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 31 luglio 2003: Disposizioni in materia di determinazione del costo medio annuo di distribuzione per cliente e del fondo per la compensazione temporanea di costi elevati di distribuzione del gas per l'anno termico 2003-2004. (Deliberazione n. 88/03). (GU n. 205 del 4-9-2003)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 31 luglio 2003

Disposizioni in materia di determinazione del costo medio annuo di
distribuzione per cliente e del fondo per la compensazione temporanea
di costi elevati di distribuzione del gas per l’anno termico
2003-2004. (Deliberazione n. 88/03).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 31 luglio 2003,
Premesso che:
ai sensi dell’art. 4, comma 11, della deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas (di seguito:
l’Autorita) 28 dicembre 2000, n. 237/00, recante definizione di
criteri per la determinazione delle tariffe per le attivita’ di
distribuzione del gas e di fornitura ai clienti del mercato
vincolato, pubblicata nel supplemento ordinario n. 2 alla Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 4 del 5 gennaio 2001, (di seguito:
deliberazione n. 237/00), l’Autorita’ aggiorna annualmente il valore
del costo medio annuo di distribuzione per cliente (di seguito:
CMUD);
ai sensi dell’art. 5, comma 1, della deliberazione n. 237/00,
come modificato dalla deliberazione dell’Autorita’ 13 marzo 2001, n.
58/01, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 74
del 29 marzo 2001 (di seguito: deliberazione n. 58/01), e’ istituito
con decorrenza dal 1° luglio 2001 un fondo per la compensazione
temporanea di costi elevati di distribuzione del gas (di seguito:
fondo di compensazione) alimentato da versamenti annuali costituiti
da quote (QFNC) relative agli ambiti tariffari diversi da quelli a
costo elevato;
ai sensi dell’art. 5, comma 3, della deliberazione n. 237/00,
come modificato dalla deliberazione n. 58/01, l’Autorita’ determina
annualmente la quota QFNC a carico degli ambiti tariffari diversi da
quelli a costo elevato, come percentuale uniforme del costo di
distribuzione riconosciuto in misura non superiore al due per cento;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
la deliberazione n. 237/00;
la deliberazione n. 58/01;
la deliberazione dell’Autorita’ 17 dicembre 2001, n. 306/01,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 13 del 16
gennaio 2002, recante assegnazione in via transitoria alla Cassa
conguaglio per il settore elettrico (di seguito: Cassa) della
gestione del fondo di compensazione, di cui all’art. 5 della
deliberazione dell’Autorita’ n. 237/00;
la deliberazione dell’Autorita’ 30 aprile 2003, n. 44/03, recante
rinnovo dell’affidamento in via transitoria alla Cassa della gestione
del fondo di compensazione di cui all’art. 5 della deliberazione
dell’Autorita’ n. 237/00;
Considerato che dalle risultanze della gestione del fondo di
compensazione, comunicate dalla Cassa con nota del 13 maggio 2003
(prot. Autorita’ n. 022131 del 29 luglio 2003), risulta la
possibilita’ di ridurre, per l’anno termico 2003-2004, la quota QFNC
a carico degli ambiti tariffari diversi da quelli a costo elevato;
Ritenuto che sia necessario:
definire il nuovo valore della quota QFNC a carico degli ambiti
tariffari diversi da quelli a costo elevato per l’anno termico
2003-2004;
determinare il nuovo valore del CMUD per l’anno termico
2003-2004;
Delibera:
Art. 1.
Determinazione del costo medio annuo di distribuzione per cliente per
l’anno termico 2003- 2004
1.1. Il costo medio annuo di distribuzione per cliente CMUD di cui
all’art. 4, comma 11, della deliberazione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas (di seguito: l’Autorita) 28 dicembre
2000, n. 237/00, pubblicata nel supplemento ordinario n. 2 alla
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 4 del 5 gennaio 2001, (di
seguito: deliberazione n. 237/00), applicabile per l’anno termico
2003-2004, e’ determinato in euro 122,13 per la distribuzione di gas
naturale e in euro 155,65 per la distribuzione degli altri gas.

Art. 2.
Determinazione della quota QFNC a carico degli ambiti tariffari
diversi da quelli a costo elevato per l’anno termico 2003-2004.
2.1. La quota QFNC positiva di cui all’art. 5, comma 3, della
deliberazione n. 237/00, come modificato dalla deliberazione
dell’Autorita’ 13 marzo 2001, n. 58/01, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 74 del 29 marzo 2001 (di seguito:
deliberazione n. 58/01), per gli ambiti tariffari diversi da quelli a
costo elevato relativa all’anno termico 2003-2004, e’ pari all’1% del
costo di distribuzione.

Art. 3.
Disposizioni transitorie e finali
3.1. Gli esercenti sono tenuti a presentare le proposte tariffarie
di cui all’art. 13, comma 1, della deliberazione n. 237/00, entro il
30 settembre 2003, secondo i moduli predisposti dall’Autorita’ e
pubblicati nel suo sito internet (www.autorita.energia.it).
3.2. Il termine di cui all’art. 4, comma 2, della deliberazione n.
58/01 per i versamenti eseguiti dagli esercenti alla Cassa conguaglio
per il settore elettrico (di seguito: Cassa) relativi agli anni
termici 2001-2002 e 2002-2003 e’ prorogato sino al 15 ottobre 2003.
3.3. Il termine di cui all’art. 4, comma 3, della deliberazione n.
58/01, per i versamenti eseguiti dalla Cassa agli esercenti relativi
agli anni termici 2001-2002 e 2002-2003 e’ prorogato sino al 15
novembre 2003.
3.4. Il presente provvedimento viene pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana e nel sito internet
dell’Autorita’ (www.autorita.energia.it) ed entra in vigore dalla
data della sua pubblicazione.
Milano, 31 luglio 2003
Il presidente: Ranci

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Geologi.info