AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - Geologi.info | Geologi.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 18 gennaio 2005: Integrazione e modifica della deliberazione dell'Autorita' per l'energia elettrica e il gas 30 maggio 2001, n. 120/01, per i casi di avviamento. (Deliberazione n. 05/05). (GU n. 31 del 8-2-2005)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 18 gennaio 2005

Integrazione e modifica della deliberazione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas 30 maggio 2001, n. 120/01, per i casi di
avviamento. (Deliberazione n. 05/05).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 18 gennaio 2005
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(di seguito: l’Autorita) 30 maggio 2001, n. 120/01 e successive
integrazioni e modificazioni (di seguito: deliberazione n. 120/01);
la deliberazione dell’Autorita’ 31 luglio 2003, n. 91/03;
il documento per la consultazione 10 marzo 2004 recante
«Disciplina del servizio di trasporto del gas naturale nei casi di
avviamento”» (di seguito: documento per la consultazione 10 marzo
2004);
la deliberazione dell’Autorita’ 5 agosto 2004, n. 144/04 (di
seguito: deliberazione n. 144/04).
Considerato che:
con il documento per la consultazione 10 marzo 2004, l’Autorita’
ha delineato interventi volti ad incentivare la realizzazione di
nuovi impianti termoelettrici direttamente connessi alla rete di
trasporto, nonche’ il rifacimento di impianti termoelettrici
esistenti tramite la realizzazione di nuovi cicli combinati; e che
dalla consultazione e’ emerso un sostanziale accordo da parte dei
soggetti partecipanti con le finalita’ perseguite;
con la deliberazione n. 144/04, l’Autorita’ ha introdotto una
riduzione dei corrispettivi unitari di capacita’ per il trasporto
sulla rete regionale, prevedendo in particolare che tale riduzione si
applichi per un periodo di nove mesi (c.d. periodo di avviamento)
successivo alla data di disponibilita’ della capacita’ di trasporto a
seguito di realizzazione di un nuovo punto di riconsegna o di
potenziamento superiore al 10% della capacita’ di un punto di
riconsegna esistente;
dalle segnalazioni pervenute in seguito all’adozione della
predetta delibera, e’ emerso che, in alcune specifiche situazioni
invero marginali, il rifacimento di impianti termoelettrici mediante
la realizzazione di nuovi cicli combinati a gas puo’ essere
realizzato anche senza ricorrere ad un potenziamento della capacita’
del relativo punto di riconsegna.
Ritenuto che:
sia necessario, al fine di conseguire le finalita’ di tutela
prospettate nel documento per la consultazione 10 marzo 2004,
completare la disciplina introdotta dalla deliberazione n. 144/04,
riconoscendo la riduzione tariffaria ivi prevista anche ai casi in
cui il rifacimento di impianti termoelettrici mediante la
realizzazione di nuovi cicli combinati a gas non richieda un
potenziamento superiore al 10% della capacita’ del relativo punto di
riconsegna;
sia opportuno prevedere, nei casi di cui al precedente alinea,
che il periodo di avviamento decorra dalla data di collaudo di uno
dei nuovi cicli combinati;
Delibera
di approvare le seguenti modifiche ed integrazioni della
deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas (di
seguito: l’Autorita) 30 maggio 200l, n. 120/01:
a) all’art. 1, comma 1.1, dopo la lettera t), e’ inserita la
seguente definizione:
«u) rifacimento di un impianto per la produzione di energia
elettrica e’ l’intervento su un impianto esistente finalizzato a
migliorare le prestazioni energetiche ed ambientali attraverso la
sostituzione, il ripotenziamento o la totale ricostruzione di
componenti che nel loro insieme rappresentano la maggior parte dei
costi di investimento sostenuti per la realizzazione di un impianto
nuovo di potenza equivalente»;”
b) all’art. 7, dopo il comma 7.5.2, e’ inserito il seguente
comma:
«7.5.3 La riduzione del corrispettivo CRr di cui al comma 7.5.1
si applica anche nel caso di interventi di rifacimento dell’impianto
esistente tramite la realizzazione di uno o piu’ nuovi cicli
combinati a gas, i quali non comportino un potenziamento della
capacita’ del punto di riconsegna superiore al 10%. In tale caso, il
periodo di avviamento decorre dalla data di collaudo di uno dei nuovi
cicli combinati. La riduzione del corrispettivo puo’ essere applicata
una sola volta per ciascun punto di riconsegna.»;
di prevedere che il presente provvedimento sia pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e nel sito internet
dell’Autorita’ (www.autorita.energia.it), affinche’ entri in vigore
dalla data della sua prima pubblicazione.

Milano, 18 gennaio 2005

Il presidente: Ortis

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Geologi.info