AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 29 luglio 2009 - Geologi.info | Geologi.info

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 29 luglio 2009

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 29 luglio 2009 - Consultazione pubblica sullo schema di provvedimento relativo alle procedure per l'assegnazione delle frequenze disponibili in banda televisiva per sistemi di radiodiffusione digitale terrestre e misure atte a garantire condizioni di effettiva concorrenza. (Deliberazione n. 427/09/CONS). (09A09825) (GU n. 189 del 17-8-2009 )

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 29 luglio 2009

Consultazione pubblica sullo schema di provvedimento relativo alle
procedure per l’assegnazione delle frequenze disponibili in banda
televisiva per sistemi di radiodiffusione digitale terrestre e misure
atte a garantire condizioni di effettiva concorrenza. (Deliberazione
n. 427/09/CONS). (09A09825)

L’AUTORITA’

Nella sua riunione di Consiglio del 29 luglio 2009;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo», ed in particolare
l’art. 1, comma 6, lettera a), n. 2, che affida all’Autorita’
l’elaborazione, anche avvalendosi degli organi del Ministero delle
comunicazioni, dei piani nazionali di assegnazione delle frequenze
per la radiodiffusione sonora e televisiva e la relativa
approvazione, e lettera c), n. 2, che attribuisce alla medesima
Autorita’ la funzione di garantire l’applicazione delle norme
legislative sull’accesso ai mezzi e alle infrastrutture di
comunicazione, anche attraverso la predisposizione di specifici
regolamenti;
Visto il decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5, convertito, con
modificazioni, dalla legge 20 marzo 2001, n. 66, recante
«Disposizioni urgenti per il differimento di termini in materia di
trasmissioni radiotelevisive analogiche e digitali, nonche’ per il
risanamento di impianti radiotelevisivi», come modificato dal
decreto-legge 30 dicembre 2005, n. 273, convertito con legge n. 51
del 23 febbraio 2006 e dal decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 222, e,
in particolare, l’art. 2-bis, comma 5, ai sensi del quale «le
trasmissioni televisive dei programmi e dei servizi multimediali su
frequenze terrestri devono essere irradiate esclusivamente in tecnica
digitale entro l’anno 2012. A tal fine sono individuate aree all
digital in cui accelerare la completa conversione»;
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259 recante il
Codice delle comunicazioni elettroniche, di seguito il «Codice», con
il quale sono state recepite la direttiva 2002/19/CE, del Parlamento
e del Consiglio, del 7 marzo 2002 («direttiva accesso»), la direttiva
2002/20/CE, del Parlamento e del Consiglio, del 7 marzo 2002
(«direttiva autorizzazioni»), la direttiva 2002/21/CE, del Parlamento
e del Consiglio, del 7 marzo 2002 («direttiva quadro») e la direttiva
2002/22/CE, del Parlamento e del Consiglio, del 7 marzo 2002
(«direttiva servizio universale»), e successive modificazioni;
Vista la legge 3 maggio 2004, n. 112, recante «Norme di principio
in materia di assetto radiotelevisivo e della RAI-Radiotelevisione
italiana s.p.a., nonche’ delega al Governo per l’emanazione del testo
unico della radiotelevisione»;
Visto il decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177 recante «Testo
unico della radiotelevisione» pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 208 del 7 settembre 2005 – Supplemento
ordinario n. 150;
Visto il decreto-legge 8 aprile 2008, n. 59, recante disposizioni
urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e l’esecuzione di
sentenze della Corte di giustizia delle Comunita’ europee,
convertito, con modificazioni, dalla legge 6 giugno 2008, n. 101, e,
in particolare, l’art. 8-novies, e successive modificazioni;
Vista la delibera n. 435/01/CONS recante «Approvazione del
regolamento relativo alla radiodiffusione terrestre in tecnica
digitale», pubblicata nel supplemento ordinario n. 259 alla Gazzetta
Ufficiale del 6 dicembre 2001, n. 284 e le successive modificazioni
ed integrazioni introdotte dalla delibera n. 266/06/CONS, recante la
disciplina della fase di avvio delle trasmissioni digitali terrestri
verso terminali mobili, e dalla delibera n. 109/07/CONS, recante la
disciplina della cessione del quaranta per cento della capacita’
trasmissiva delle reti digitali terrestri;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 10 settembre
2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
n. 238 del 10 ottobre 2008, e le successive modificazioni e
integrazioni, con il quale, in ottemperanza all’art. 8-novies della
citata legge n. 101 del 2008, e’ stato definito il calendario
nazionale per il passaggio definitivo alla trasmissione televisiva
digitale terrestre con l’indicazione delle aree territoriali
interessate e delle rispettive scadenze;
Visto il Piano nazionale di ripartizione delle frequenze approvato
con decreto del Ministro delle sviluppo economico 13 novembre 2008,
pubblicato nel supplemento ordinario n. 255 alla Gazzetta Ufficiale
n. 273 del 21 novembre 2008, che riserva al servizio di
radiodiffusione televisiva le bande VHF-III, UHF-IV e UHF-V, in base
al quale il numero delle frequenze, a seguito della nuova
canalizzazione della banda VHF-III, e’ pari a 56, di cui 8 in banda
VHF-III e 48 in banda UHF-IV e IV;
Vista la delibera n. 181/09/CONS del 7 aprile 2009, recante
«Criteri per la completa digitalizzazione delle reti televisive
terrestri», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile
2009;
Considerato che, come previsto dall’art. 29, comma 3, del Codice
delle comunicazioni elettroniche, l’Autorita’ intende sottoporre a
consultazione pubblica lo schema di provvedimento relativo alle
procedure per l’assegnazione delle frequenze disponibili in banda
televisiva per sistemi di radiodiffusione digitale terrestre e misure
atte a garantire condizioni di effettiva concorrenza, fermo restando
che, ai sensi del quadro normativo vigente di cui alla legge n. 249
del 1997 e al decreto legislativo n. 259 del 2003, spettera’ al
Ministero dello sviluppo economico adottare, successivamente
all’approvazione del provvedimento definitivo, i relativi
provvedimenti attuativi (bando e disciplinare di gara) e provvedere
all’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze ai soggetti
aggiudicatari;
Udita la relazione dei commissari relatori Michele Lauria e Stefano
Mannoni, relatori ai sensi dell’art. 29 del regolamento di
organizzazione e funzionamento dell’Autorita’;

Delibera:

Art. 1.

1. E’ approvato lo schema di provvedimento relativo alle procedure
per l’assegnazione delle frequenze disponibili in banda televisiva
per sistemi di radiodiffusione digitale terrestre e misure atte a
garantire condizioni di effettiva concorrenza» di cui all’allegato A
alla presente delibera, che ne costituisce parte integrante e
sostanziale.
2. Le modalita’ di consultazione e le tempistiche di risposta sono
stabilite nell’allegato B alla presente delibera.
La presente delibera e’ pubblicata, priva degli allegati A e B,
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e integralmente
nel bollettino ufficiale e nel sito web dell’Autorita’.

Roma, 29 luglio 2009

Il Presidente: Calabro’

I commissari relatori: Lauria – Mannoni

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 29 luglio 2009

Geologi.info