AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 21 settembre 2006 - Geologi.info | Geologi.info

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 21 settembre 2006

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 21 settembre 2006 - Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di cui alla delibera n. 118/04/CONS. (Deliberazione n. 539/06/CONS). (GU n. 231 del 4-10-2006)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 21 settembre 2006

Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di cui
alla delibera n. 118/04/CONS. (Deliberazione n. 539/06/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Nella sua riunione di Consiglio del 20 settembre 2006 ed in
particolare nella prosecuzione del 21 settembre 2006;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo»;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante «Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita»;
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, di recepimento
delle direttive 2002/19/CE (direttiva accesso), 2002/20/CE (direttiva
autorizzazioni), 2002/21/CE (direttiva quadro), 2002/22/CE (direttiva
servizio universale), recante «Codice delle comunicazioni
elettroniche», pubblicato nel supplemento ordinario n. 150 alla
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 214 del 15 settembre
2003 e, in particolare, gli articoli 8, 10, 11, 12, 13, 17, 18 e 19;
Vista la delibera n. 118/04/CONS del 5 maggio 2004, recante
«Disciplina dei procedimenti istruttori di cui al nuovo quadro
regolamentare delle comunicazioni elettroniche», pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 19 maggio 2004, n.
116;
Vista la determinazione n. 1/04 del 27 maggio 2004, recante
«Disposizioni organizzative relative all’attivita’ istruttoria di cui
alla delibera 118/04/CONS» pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana dell’8 giugno 2004, n. 132, e la successiva
determinazione n. 2/04;
Vista la delibera n. 320/04/CONS del 29 settembre 2004, recante
«Proroga dei termini dei procedimenti istruttori di cui alla delibera
n. 118/04/CONS», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana del 13 ottobre 2004, n. 241;
Vista la delibera n. 425/04/CONS del 9 dicembre 2004, recante
«Sospensione dei termini del procedimento di cui alla delibera n.
118/04/CONS relativo all’analisi del mercato nazionale all’ingrosso
per servizi internazionali di roaming per le reti telefoniche
pubbliche mobili (mercato n. 17 fra quelli identificati dalla
raccomandazione sui mercati rilevanti dei prodotti e dei servizi
della Commissione europea)»;
Vista la delibera n. 29/05/CONS del 10 gennaio 2005, recante
«Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di
cui alla delibera n. 118/04/CONS», pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 16 del 21 gennaio 2005;
Vista la delibera n. 239/05/CONS del 22 giugno 2005, recante
«Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di
cui alla delibera 118/04/CONS» pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 159 dell’11 luglio 2005;
Vista la delibera n. 2/06/CONS del 2 febbraio 2006, recante
«Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di
cui alla delibera 118/04/CONS» pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 32 dell’8 febbraio 2006;
Vista la delibera n. 46/06/CONS recante «Mercato dell’accesso e
della raccolta delle chiamate nelle reti telefoniche pubbliche mobili
(mercato n. 15 della raccomandazione della Commissione europea n.
2003/311/CE): identificazione ed analisi del mercato, valutazione di
sussistenza di imprese con significativo potere di mercato ed
individuazione degli obblighi regolamentari», pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 24 febbraio 2006, n.
46;
Vista la delibera n. 162/06/CONS, recante «Avvio del procedimento
istruttorio di analisi del mercato dell’originazione da rete mobile
di chiamate verso numerazioni non geografiche ai sensi dell’art. 19
del codice delle comunicazioni elettroniche», pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dell’8 aprile 2006, n.
83;
Vista la comunicazione recante «Avvio di un procedimento per
l’adozione di un provvedimento temporaneo cautelare, ai sensi
dell’art. 12, comma 6, del codice delle comunicazioni elettroniche,
in materia di riduzione dei prezzi del servizio di originazione da
rete mobile di chiamate verso numerazioni non geografiche relative al
servizio informazione abbonati», notificata agli operatori di rete
mobile e comunicata ai fornitori del servizio informazione abbonati
in data 13 luglio 2006;
Visto il parere dell’Autorita’ della concorrenza e del mercato
(AGCM), pervenuto in data 30 agosto 2006, relativo allo schema di
provvedimento concernente «Misure urgenti in materia di fissazione
dei prezzi del servizio di originazione da rete mobile di chiamate
verso numerazioni non geografiche relative al servizio informazione
abbonati», adottato dall’Autorita’ in data 2 agosto 2006 e trasmesso
all’AGCM il successivo 4 agosto;
Considerato che nel citato parere l’AGCM, pur condividendo la
scelta dell’Autorita’ di circoscrivere l’intervento cautelare ai soli
servizi informazioni abbonati forniti su numerazioni 12XY e 892UUU –
in virtu’ del loro carattere sociale, della particolare rilevanza per
i consumatori e della presenza di maggiori problematiche
concorrenziali legate alla offerta diretta del servizio alla
clientela finale da parte degli operatori di rete mobile in
concorrenza con i fornitori di servizi, ha evidenziato che le misure
regolamentari in materia di condizioni economiche del servizio di
originazione delle chiamate da rete mobile verso le NNG per i servizi
di informazione abbonati dovranno avere riguardo a tutte le chiamate
verso le NNG;
Considerato che, sotto il profilo delle condizioni concorrenziali,
l’AGCM sottolinea in particolare la criticita’ dei rapporti tra i
soggetti che offrono e quelli che richiedono servizi di originazione
delle chiamate verso numerazioni non geografiche (NNG), con
particolare riferimento al caso in cui i gestori mobili operino
direttamente anche nel mercato dei servizi di informazione abbonati
od altri servizi informativi, con cio’ evidenziando come tale
situazione di integrazione verticale nel mercato a valle dei servizi
informativi potrebbe indurre gli operatori mobili a discriminare tra
le proprie divisioni commerciali ed i soggetti terzi che offrono
servizi al dettaglio;
Considerato che le richiamate considerazioni di natura economica e
concorrenziale svolte dall’AGCM nel citato parere vanno esaminate
alla luce dell’evidenza emersa nel corso del procedimento in
relazione ad una articolazione in distinti segmenti del mercato
dell’originazione da rete mobile di chiamate verso NNG, ossia, come
verificato nello specifico caso dei servizi oggetto del procedimento
cautelare, all’esistenza di differenze di carattere strutturale tra
le differenti tipologie di servizi di originazione da rete mobile,
soprattutto con riferimento alle dinamiche concorrenziali, in
generale, ed alle problematiche connesse ai processi di integrazione
verticale degli operatori mobili, in particolare;
Rilevata, pertanto, la necessita’ di disporre di un periodo
ulteriore rispetto a quello stabilito dalla delibera n. 162/06/CONS,
al fine di completare gli adempimenti inerenti ai procedimenti in
corso e di espletare gli ulteriori complessi approfondimenti
istruttori emersi dai richiamati atti, con particolare riguardo alle
caratteristiche dei diversi segmenti individuati e alle relative
problematiche concorrenziali, anche al fine di verificare la
possibilita’ – segnalata dal parere dell’AGCM – di estendere le
misure regolamentari individuate nel provvedimento temporaneo
cautelare alla generalita’ delle tipologie di servizi di originazione
da rete mobile verso NNG;
Rilevato che in relazione alle suesposte esigenze istruttorie
appare congruo determinare la proroga in centocinquanta giorni e che
la stessa decorrera’ a partire dalla scadenza del termine di
centoventi giorni fissato dall’art. 4 della delibera n. 162/06/CONS
(pubblicata l’8 aprile 2006 nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana);
Vista la delibera n. 504/06/CONS recante «Misure urgenti in materia
di fissazione dei prezzi del servizio di originazione da rete mobile
di chiamate verso numerazioni non geografiche relative al servizio
informazione abbonati» in corso di pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana;
Udita la relazione dei Commissari Nicola D’Angelo e Stefano Mannoni
relatori ai sensi dell’art. 29 del Regolamento concernente
l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorita’;
Delibera:

Art. 1.
Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori
relativi alle analisi di mercato

Il termine di conclusione del procedimento istruttorio in oggetto,
fissato dall’art. 4 della delibera numero 162/06/CONS (pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dell’8 aprile
2006) in centoventi giorni dall’entrata in vigore della medesima, e’
prorogato di centocinquanta giorni.
Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana e sul sito web dell’Autorita’.
Napoli, 21 settembre 2006

Il presidente
Calabro

I commissari relatori
D’Angelo – Mannoni

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 21 settembre 2006

Geologi.info