AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - Geologi.info | Geologi.info

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 23 dicembre 2004: Disposizioni per l'attuazione delle procedure di mobilita' volontaria di cui alla legge 24 dicembre 2003, n. 350. (Deliberazione n. 467/04/CONS). (GU n. 22 del 28-1-2005)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 23 dicembre 2004

Disposizioni per l’attuazione delle procedure di mobilita’ volontaria
di cui alla legge 24 dicembre 2003, n. 350. (Deliberazione n.
467/04/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI
Nella sua riunione di Consiglio del 21 dicembre e, in particolare,
nella sua prosecuzione del 23 dicembre;
Vista la legge 31 luglio 1997, che istituisce l’Autorita’ per le
garanzie nelle comunicazioni;
Vista la delibera n. 17/98 del 16 giugno 1998, recante
«Approvazione dei regolamenti concernenti la gestione amministrativa
e la contabilita’, il trattamento giuridico ed economico del
personale dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni» e
successive modifiche ed integrazioni, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 22 luglio 1998, n. 169;
Vista la delibera n. 316/02/CONS del 9 ottobre 2002, con la quale
e’ stato adottato il nuovo regolamento concernente l’organizzazione
ed il funzionamento dell’Autorita’, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 5 novembre 2002, n. 259;
Vista la legge 24 dicembre 2003, n. 350, recante «Disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
finanziaria 2004)», e in particolare l’art. 3, comma 67;
Vista la delibera n. 336/04/CONS del 19 ottobre 2004, recante
«Modifiche ed integrazioni al regolamento concernente il trattamento
giuridico ed economico del personale», pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 13 novembre 2004, n. 267;
Vista la delibera n. 337/04/CONS del 19 ottobre, concernente
«Regolamento recante l’adozione della pianta organica definitiva
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni», pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dell’11 novembre 2004,
n. 265;
Considerato che il citato art. 3, comma 67 della legge n. 350/2003
prevede, tra l’altro, che i posti di ruolo previsti per ciascuna
qualifica possano essere coperti anche, da dipendenti pubblici che,
alla data di entrata in vigore della legge stessa, abbiano prestato
servizio presso l’Autorita’ da almeno dodici mesi in posizione di
fuori ruolo, comando, o altro provvedimento di distacco, mediante le
procedure di mobilita’ previste dalla normativa vigente;
Ritenuto, di procedere alla copertura di posti di ruolo vacanti
nella qualifica di operativo e di esecutivo, avuto riguardo alla
pianta organica approvata con la sopra citata delibera n.
337/04/CONS, per il tramite di procedure di mobilita’, tenendo in
debito conto il titolo di studio posseduto, nonche’ le esperienze
maturate dal personale che presta servizio presso l’Autorita’ in
posizione di fuori ruolo, comando, o altro provvedimento di distacco;
Ritenuto necessario, in considerazione delle esigenze di servizio
connesse alla implementazione della citata pianta organica, di
procedere alla copertura di quindici posti di ruolo vacanti nelle due
fasce della qualifica di operativo e di cinque posti di ruolo vacanti
nelle due fasce della qualifica di esecutivo;
Ritenuto, altresi’, per i medesimi motivi di cui sopra, di
procedere alla copertura di posti di ruolo vacanti nella terza e
nella seconda fascia della qualifica di funzionario limitatamente a
sette posti, di cui tre per funzionario con formazione economica, uno
per funzionario con formazione tecnica, uno per funzionario con
formazione sociologica e due per funzionario con formazione
giuridica;
Visto l’accordo sulla pianta organica e ordinamento del personale
siglato con le organizzazioni sindacali SIBC-FISAV e FALBI il
30 luglio 2004, nel quale sono, tra l’altro, previste le modalita’
attuative delle procedure di mobilita’;
Considerato quanto previsto dal regolamento concernente il
trattamento giuridico ed economico del personale dell’Autorita’ in
relazione ai requisiti per l’accesso alle diverse qualifiche, ed
avuto riguardo al titolo di studio richiesto;
Vista la delibera n. 464/04/CONS del 22 dicembre 2004, recante
«Modifiche ed integrazioni al regolamento concernente il trattamento
giuridico ed economico del personale» con la quale sono stati, tra
l’altro, adottati i profili professionali;
Vista la delibera n. 466/04/CONS del 23 dicembre 2004, recante
«Adozione dei bandi di concorso»;
Ritenuto di procedere all’inquadramento nei ruoli dell’Autorita’
del personale che, avendone titolo, faccia domanda per la procedura
di mobilita’ mediante l’adozione della tabella di equiparazione
prevista dal sopra citato accordo;
Considerato opportuno, ai fini di quanto stabilito dalla normativa
in tema di assunzioni obbligatorie di categorie protette, di
acquisire dai dipendenti interessati e/o dalle amministrazioni di
appartenenza le idonee informazioni;
Sentite le organizzazioni sindacali in data 20 dicembre 2004;
Udita la relazione del presidente;
Delibera:
Art. 1.
Avvio delle procedure di mobilita’
1. Sono avviate le procedure di mobilita’ per la copertura di
complessivi sette posti nell’ambito della terza e della seconda
fascia della qualifica di funzionario, di cui tre per funzionario con
formazione economica, uno per funzionario con formazione tecnica, uno
per funzionario con formazione sociologico-umanistica e due per
funzionario con formazione giuridica.
2. Sono avviate le procedure di mobilita’ per la copertura di
complessivi quindici posti nell’ambito della prima e della seconda
fascia della qualifica di operativo.
3. Sono avviate le procedure di mobilita’ per la copertura di
complessivi cinque posti nell’ambito della prima e della seconda
fascia della qualifica di esecutivo.
4. E’ ammesso alle procedure di cui al comma 1 il personale non
dirigenziale attualmente in servizio che alla data di entrata in
vigore della legge 24 dicembre 2003, n. 350, risulti da almeno dodici
mesi in posizione di fuori ruolo, comando, o altro provvedimento di
distacco presso l’Autorita’.
5. Il servizio risorse umane e finanziarie, previa verifica dei
requisiti di coloro che hanno presentato la domanda, redige una
graduatoria per ciascuna qualifica in base all’anzianita’ maturata in
Autorita’ in posizione di comando, fuori ruolo o altro provvedimento
di distacco dalla data del provvedimento che ha disposto il comando,
il distacco o il fuori ruolo, ovvero, in mancanza di provvedimento
espresso, dalla data di insediamento dell’Autorita’.
6. All’esito dell’esperimento delle procedure di mobilita’ il
personale che risulta utilmente collocato nelle graduatorie di cui al
comma 5 e’ immesso nei ruoli al livello iniziale di ciascuna delle
fasce indicate nella tabella di equiparazione di seguito riportata,
in base alla qualifica posseduta nell’amministrazione di provenienza
ed al titolo di studio richiesto dal regolamento concernente il
trattamento giuridico ed economico del personale dell’Autorita’:

=====================================================================
Qualifica nell’amministrazione di | Inquadramento nel ruolo
provenienza | dell’Autorita’
=====================================================================
C2, C3 (ex qualifiche VIII-IX ai |
sensi della legge n. 312/80) |Funzionario II fascia
———————————————————————
C1 (ex qualifica VII ai sensi |
della legge n. 312/80) |Funzionario III fascia
———————————————————————
C1, C2, C3 (senza titolo di studio|
previsto dal regolamento |
dell’Autorita) B3 (ex qualifica VI|
ai sensi della legge n. 312/80) |Operativo I fascia
———————————————————————
B2, B1 (ex qualifiche IV e V ai |
sensi della legge n. 312/80) |Operativo II fascia
———————————————————————
B1, B2, B3 senza titolo di studio |
previsto dal regolamento |Esecutivo I fascia
———————————————————————
A1 |Esecutivo II fascia

7. Al personale immesso nei ruoli all’esito delle procedure di
mobilita’ e’ riconosciuto un livello aggiuntivo all’inquadramento in
ciascuna fascia, risultante dall’applicazione della tabella di cui
sopra, per ogni anno di anzianita’ maturata in posizione di comando,
distacco o fuori ruolo in Autorita’ dalla data del provvedimento che
ha disposto il comando, il distacco o il fuori ruolo, ovvero, in
mancanza di provvedimento espresso, dalla data di insediamento
dell’Autorita’. Il trattamento economico riconosciuto non potra’
comunque essere inferiore alla retribuzione in godimento presso
l’amministrazione di appartenenza.
8. L’immissione nei ruoli prevista dai commi precedenti ha effetto
dall’approvazione delle graduatorie di cui al comma 5.
9. Il personale che, avendone titolo, non partecipa alle procedure
di mobilita’, si intende rinunciatario e, pertanto, rimane in
servizio presso l’Autorita’ fino ai trenta giorni successivi alla
scadenza del termine di presentazione delle domande, fissato nella
successiva circolare attuativa, anche se in posizione di fuori ruolo
o distacco presso l’Autorita’.
10. Il direttore del servizio risorse umane e finanziarie e’
incaricato di porre in essere gli adempimenti attuativi della
presente delibera.
La presente delibera e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana e nel Bollettino ufficiale dell’Autorita’.
Roma, 23 dicembre 2004

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Geologi.info