AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - Geologi.info | Geologi.info

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 9 dicembre 2004: Approvazione del regolamento concernente le audizioni periodiche e lo svolgimento di rilevazioni sulla soddisfazione degli utenti finali e dei consumatori nell'ambito dei servizi di comunicazione elettronica. (Deliberazione n. 418/04/CONS). (GU n. 2 del 4-1-2005)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 9 dicembre 2004

Approvazione del regolamento concernente le audizioni periodiche e lo
svolgimento di rilevazioni sulla soddisfazione degli utenti finali e
dei consumatori nell’ambito dei servizi di comunicazione elettronica.
(Deliberazione n. 418/04/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Nella sua riunione del consiglio del 9 dicembre 2004;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante «Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’ e
l’istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica
utilita», ed in particolare l’art. 2, comma 23;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante «Nuove norme in
materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai
documenti amministrativi»;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo»;
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, recante «Il
codice delle comunicazioni elettroniche», ed in particolare l’art.
83;
Vista la propria delibera n. 278/1999 del 20 ottobre 1999 recante
«Procedura per lo svolgimento di consultazioni pubbliche nell’ambito
di ricerche e indagini conoscitive»;
Vista la propria delibera n. 316/02/CONS del 9 ottobre 2002 recante
«Adozione del nuovo regolamento concernente l’organizzazione e il
funzionamento dell’Autorita» e successive modificazioni e
integrazioni pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana del 5 novembre 2002, n. 259, ed in particolare gli
articoli 24 e 30 dell’allegato A;
Vista la propria delibera n. 179/03/CSP del 24 luglio 2003 recante
«Approvazione della direttiva generale in materia di qualita’ e carte
dei servizi di telecomunicazioni ai sensi dell’art. 1, comma 6,
lettera b), n. 2, della legge 31 luglio 1997, n. 249» pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 193 del
21 agosto 2003;
Vista la propria delibera n. 453/03/CONS del 23 dicembre 2003
recante «Regolamento concernente la procedura di consultazione di cui
all’art. 11 del decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259»
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del
28 gennaio 2004, n. 22;
Considerato che la legge 31 luglio 1997, n. 249, stabilisce
funzioni e competenze dell’Autorita’ per le garanzie nelle
comunicazioni, e che per lo svolgimento di tali funzioni e’ utile
favorire un’ampia partecipazione dei soggetti portatori di interessi
diffusi e collettivi, nonche’ pubblici e privati, costituiti in forma
associativa, per raccogliere e fornire elementi propositivi e
conoscitivi sulle materie e i settori di competenza;
Considerato che l’art. 2, comma 23, della legge 14 novembre 1995,
n. 481, prevede che l’Autorita’ disciplini con apposito regolamento
le audizioni periodiche delle formazioni associative nelle quali i
consumatori e gli utenti, delle associazioni ambientaliste, delle
associazioni sindacali delle imprese e dei lavoratori e lo
svolgimento di rilevazioni sulla soddisfazione degli utenti e
sull’efficacia dei sevizi e che il comma 1 dell’art. 83 del decreto
legislativo 1° agosto 2003, n. 259, prevede che l’Autorita’ per le
garanzie nelle comunicazioni tenga conto attraverso meccanismi di
consultazione del parere degli utenti finali e dei consumatori,
inclusi, in particolare, gli utenti disabili, delle aziende
manifatturiere e delle imprese che forniscono reti o servizi di
comunicazione elettronica nelle questioni attinenti ai diritti degli
utenti finali e dei consumatori in materia di servizi di
comunicazione elettronica accessibili al pubblico, in particolare
quando hanno un impatto significativo sul mercato;
Considerato che, fermo restando quanto previsto dall’art. 1, comma
28, della legge n. 249/1997 e fatte salve le audizioni e le
consultazioni effettuate nell’ambito di specifici procedimenti, il
presente provvedimento per favorire la suddetta partecipazione,
prevede che le audizioni periodiche dei soggetti suddetti da parte
del consiglio dell’Autorita’ si tengano con cadenza almeno annuale e
che siano precisate per ogni convocazione gli argomenti da trattare e
le modalita’ di svolgimento;
Considerato che tali audizioni potranno avere ad oggetto argomenti
ricadenti nell’ambito delle materie e dei settori di competenza
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni – inerenti
all’attivita’ svolta ed a quella pianificata – in particolare quelli
concernenti l’evoluzione del mercato delle comunicazioni, la
concorrenzialita’ e l’efficienza dei servizi, i livelli di qualita’
raggiunti, la fruibilita’ e la diffusione dei servizi, la trasparenza
dei prezzi, l’equilibrio tra gli obiettivi economici dei soggetti
esercenti e quelli generali di carattere sociale, l’uso efficiente ed
la condivisione delle risorse e la tutela ambientale;
Considerato che, ai sensi dell’art. 83 del decreto legislativo
l° agosto 2003, n. 259 e in applicazione del proprio regolamento di
organizzazione e funzionamento, l’Autorita’ per le garanzie nelle
comunicazioni convochera’, anche su richiesta dei soggetti
interessati, audizioni per specifiche questioni di portata generale,
rilevanti ed urgenti, attinenti ai diritti degli utenti finali e dei
consumatori in materia di servizi di comunicazione elettronica
accessibili al pubblico, stabilendo le modalita’ di convocazione,
partecipazione e svolgimento;
Considerato che, in tema di qualita’ dei servizi l’art. 72 del
decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, gia’ prevede la
pubblicazione comparativa dei risultati raggiunti al riguardo dalle
imprese di comunicazione elettronica, e che pertanto risulta
opportuno focalizzare le attivita’ di rilevazione sulla soddisfazione
degli utenti finali e dei consumatori e che, a tale scopo, il
presente provvedimento prevede che il Consiglio dell’Autorita’
stabilisca, periodicamente, su proposta del coordinatore dei servizi,
i mercati/servizi su cui effettuare tali rilevazioni e gli specifici
obiettivi;
Considerato che tali rilevazioni si potranno basare, oltre che sui
dati raccolti in sede di audizione periodica, in particolare su:
1) ricerche e studi specifici e periodici anche in collaborazione
con istituti specializzati pubblici o privati;
2) l’elaborazione dei dati relativi alla qualita’ dei servizi di
comunicazione ed al monitoraggio delle segnalazioni e di altre
istanze svolto dal Dipartimento vigilanza e controllo dell’Autorita’
per le garanzie nelle comunicazioni.
Considerato che, come previsto dal comma 2 dell’art. 83 del decreto
legislativo 1° agosto 2003, n. 259, l’Autorita’ per le garanzie nelle
comunicazioni facilita la messa a punto di meccanismi che associno
consumatori, gruppi di utenti e fornitori di servizi per migliorare
la qualita’ generale delle prestazioni, elaborando, fra l’altro,
codici di condotta, nonche’ norme di funzionamento e controllandone
l’applicazione;
Sentite le associazioni dei consumatori e degli utenti di cui di
cui all’art. 5, comma 1, della legge 30 luglio 1998, n. 281, le
associazioni ambientaliste riconosciute a carattere nazionale ai
sensi dell’art. 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349, le associazioni
sindacali dei lavoratori e delle imprese presenti nel Consiglio
nazionale dell’economia e del lavoro di cui alla legge 30 dicembre
1986, n. 936, nonche’ quelle delle emittenti presenti nella
commissione per l’assetto del sistema radiotelevisivo di cui alla
legge n. 422/1993;
Udita la relazione del commissario avv. Alessandro Luciano,
relatore ai sensi dell’art. 32 del regolamento concernente
l’organizzazione e il funzionamento dell’Autorita’ per le garanzie
nelle comunicazioni;
Delibera:
Art. 1.
Definizioni
1. Ai fini del presente regolamento si intendono per:
a) Autorita’: l’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni;
b) associazioni: le associazioni appartenenti a una delle
seguenti categorie:
associazioni dei consumatori e degli utenti di cui all’elenco
previsto dall’art. 5 della legge 30 luglio 1998, n. 281;
associazioni ambientaliste riconosciute a carattere nazionale
ai sensi dell’art. 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349;
associazioni sindacali dei lavoratori e delle imprese, incluse
le associazioni di aziende manifatturiere e di imprese che forniscono
reti o servizi di comunicazione elettronica, presenti nel Consiglio
nazionale dell’economia e del lavoro;
c) consumatore: la persona fisica che utilizza un servizio di
comunicazione elettronica accessibile al pubblico per scopi non
riferibili all’attivita’ lavorativa, commerciale o professionale
svolta;
d) soggetti: soggetti portatori di interessi pubblici e privati,
nonche’ di interessi collettivi o diffusi, costituiti in
organizzazioni di tipo associativo non riconducibili alle
associazioni di cui alla lettera b);
e) utente finale: un utente che non fornisce reti pubbliche di
comunicazione o servizi di comunicazione elettronica accessibili al
pubblico.

Art. 2.
Oggetto del regolamento
1. Il presente regolamento disciplina le audizioni periodiche delle
associazioni e dei soggetti nonche’ le rilevazioni sulla
soddisfazione degli utenti finali e dei consumatori nell’ambito dei
servizi di comunicazione elettronica e delle altre mat…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Geologi.info