AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA - Geologi.info | Geologi.info

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA - CIRCOLARE 3 settembre 2003, n.43: Rese aggiornate dei semi di girasole coltivati su terreni messi a riposo e destinati alla trasformazione industriale per uso non alimentare. (GU n. 211 del 11-9-2003)

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

CIRCOLARE 3 settembre 2003, n.43

Rese aggiornate dei semi di girasole coltivati su terreni messi a
riposo e destinati alla trasformazione industriale per uso non
alimentare.

Al Ministero delle politiche agricole e
forestali – Direzione generale delle
politiche comunitarie e internazionali –
Uff. cereali
Agli Assessorati regionali agricoltura
Agli Assessorati prov. autonome Trento e
Bolzano
Agli O.P.R.: AGREA – ARTEA – AVEPA –
Organismo pagatore regione Lombardia
All’Ente nazionale Risi
Alle Organizzazioni professionali
agricole: Coldiretti – Confagricoltura –
C.I.A. – Copagri – E.N.P.T.A. –
Eurocoltivatori – A.L.P.A. – Fe.Na.Pi –
F.Agr.I. – ANPA – ASSITOL
Ai C.A.A. riconosciuti
Con riferimento al Reg. CE 2461/99, art. 9, paragrafo 2 e decreto
Mi.P.A.F. del 4 aprile 2000, si rendono note le rese aggiornate, da
applicare solo nelle zone omogenee interessate alla stipula dei
contratti di seme di girasole presentati nella campagna 2003/2004.
Ai fini della loro determinazione, sono stati confrontati ed
elaborati i dati delle rese preventive di produzione campagna 2003,
con le rese aggiornate ottenute da rilevazioni effettuate tra la fine
di luglio e la prima decade di agosto dell’anno di coltivazione in
corso, per zona omogenea ed opportunamente valutate come di seguito
specificato:
1) analisi dei dati alimentari;
2) determinazione dell’intervallo di resa non alimentare
accettabile mediante somma e sottrazione della deviazione standard
(media -&greco;s media +&greco;s);
3) attribuzione dell’85% delle rese alimentari per l’ottenimento
delle rese no-food nelle zone di pianura purche’ morfologicamente
omogenee;
4) attribuzione del 70% delle rese alimentari per l’ottenimento
delle rese no-food nelle zone di collina e montagna, considerando la
disomogeneita’ del territorio collinare e montano;
5) applicazione delle variazioni di resa con modulazione in base
all’affidabilita’ delle rese aggiornate, valutata sul numero di
campioni disponibili per zona omogenea:
nelle zone con nessuna rilevazione, applicazione del 33% della
variazione;
nelle zone con una rilevazione, applicazione del 50% della
variazione;
nelle zone con due o piu’ rilevazioni, applicazione dell’intera
variazione;
6) determinazione di una perdita durante le operazioni di
raccolta dei semi di girasole pari al 7% (cfr. bibliografia tecnica).
A seguito delle elaborazioni effettuate come sopra descritto e
tenuto conto della particolare situazione climatica rilevata sul
territorio nazionale, nel corso della campagna di commercializzazione
corrente, ne deriva che gli aggiornamenti sono risultati tutti in
diminuzione.
Si precisa inoltre che nel rispetto della normativa vigente, il
coltivatore non appena ultimata la fase di raccolta e’ tenuto a
consegnare, la quantita’ totale di materia prima ottenuta, al primo
trasformatore o acquirente collettore sottoscrivendo congiuntamente
l’apposito modello di dichiarazione di raccolta e di consegna (All. F
del decreto Mi.P.A.F. del 4 aprile 2000) che dovra’ essere presentato
all’AGEA entro il 31 dicembre della campagna in corso, in originale.
Qualora, per causa di forza maggiore, si verifichi una qualsiasi
riduzione della quantita’ raccolta e conseguentemente della resa
individuale, rispetto a quella riportata nel contratto iniziale, i
contraenti devono provvedere a presentare unitamente al modello di
variazione (All. C del decreto Mi.P.A.F. del 4 aprile 2000) in
originale, una documentazione giustificativa rilasciata da organi
competenti, quali ispettori regionali, comuni, o perizie asseverate
rilasciate da agronomi iscritti all’albo in duplice copia (un
originale ed una copia conforme).
La documentazione giustificativa sopraddetta allegata al modello C
puo’ essere trasmessa in fotocopia, corredata da una dichiarazione
sostitutiva di atto notorio attestante la conformita’ all’originale,
con firma del produttore e fotocopia di un documento valido.
Roma, 3 settembre 2003
Il titolare: Gulinelli

Allegato
Rese Girasole No-Food Compagna 2003/2004

—-> Vedere allegato da pag. 72 a pag. 77 della G.U. in formato zip/pdf

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

Geologi.info