AGENZIA DELLE ENTRATE - Geologi.info | Geologi.info

AGENZIA DELLE ENTRATE

AGENZIA DELLE ENTRATE - PROVVEDIMENTO 21 febbraio 2005: Programma delle revisioni degli studi di settore applicabili a partire dal periodo d'imposta 2005. (GU n. 48 del 28-2-2005)

AGENZIA DELLE ENTRATE

PROVVEDIMENTO 21 febbraio 2005

Programma delle revisioni degli studi di settore applicabili a
partire dal periodo d’imposta 2005.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nei
riferimenti normativi del presente atto e considerato il parere del
16 febbraio 2005 espresso dalla commissione degli esperti, istituita
ai sensi dell’art. 10, comma 7, della legge 8 maggio 1998, n. 146,
dispone quanto segue:
Art. 1.
Studi di settore previsti per la revisione
1. Nell’allegato 1 sono individuati gli studi di settore gia’ in
vigore, con i relativi codici di attivita’, che saranno sottoposti a
revisione. Gli studi di settore revisionati saranno applicabili a
partire dal periodo d’imposta 2005.
Motivazioni.
Il presente provvedimento, previsto dall’art. 1, comma 399, della
legge 30 dicembre 2004, n. 311, recante «Disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato» (legge
finanziaria 2005), prevede la programmazione degli studi di settore
che verranno sottoposti a revisione.
Il citato art. 1, comma 399, della legge n. 311 del 2004, dispone
che gli studi di settore previsti dall’art. 62-bis del decreto-legge
30 agosto 1993, n. 331, convertito, con modificazioni, dalla legge
29 ottobre 1993, n. 427, siano soggetti a revisione, di norma ogni
quattro anni, al fine di mantenere la rappresentativita’ degli stessi
rispetto alla realta’ economica cui si riferiscono. Tale revisione
puo’ anche essere disposta prima del termine sopra citato, dopo aver
sentito il parere della commissione degli esperti, istituita ai sensi
dell’art. 10, comma 7, della legge n. 146 del 1998. La programmazione
degli studi di settore da revisionare, sara’, comunque, resa nota
entro la fine di febbraio di ogni anno, con provvedimento del
direttore dell’Agenzia delle entrate.
Nel provvedimento in questione sono individuati gli studi di
settore e i codici di attivita’ che verranno sottoposti a revisione e
che daranno luogo a studi di settore applicabili a partire dal
periodo d’imposta 2005.
Detti studi sono stati selezionati in relazione all’anno della loro
approvazione (studi approvati in anni meno recenti), nonche’ sulla
base delle segnalazioni pervenute da parte delle associazioni di
categoria ovvero degli osservatori provinciali.
Le revisioni sono effettuate non solo al fine di cogliere le
modificazioni intervenute nel tempo relativamente ai prodotti, ai
processi produttivi e al mercato, ma anche per semplificare gli
adempimenti fiscali dei soggetti obbligati all’annotazione separata
nei casi di attivita’ multipunto e/o multiattivita’.
Al termine delle elaborazioni potrebbero anche essere previsti
accorpamenti tra studi o tra codici di attivita’, che si renderanno
necessari durante l’elaborazione degli stessi.
Riferimenti normativi.
a) attribuzioni del direttore dell’Agenzia delle entrate:
decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 67, comma 1;
art. 68, comma 1) e successive modifiche;
statuto dell’Agenzia delle entrate (art. 5, comma 1; art. 6,
comma 1);
regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle entrate (art.
2, comma 1);
decreto del Ministro delle finanze 28 dicembre 2000;
b) disciplina degli studi di settore:
decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n.
600: disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui
redditi;
decreto legislativo 30 agosto 1993, n. 331, convertito con
modificazioni dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427 (art. 62-bis):
istituzione degli studi di settore; legge 8 maggio 1998, n. 146 (art.
10): individuazione delle modalita’ di utilizzazione degli studi di
settore in sede di accertamento nonche’ le cause di esclusione degli
stessi;
decreto del Presidente della Repubblica 31 maggio 1999, n. 195:
disposizioni concernenti i tempi e le modalita’ di applicazione degli
studi di settore;
decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, art. 23, che ha
trasferito le funzioni dei Ministeri del bilancio, del tesoro e della
programmazione economica e delle finanze al Ministero dell’economia e
delle finanze e art. 57, che ha istituito le agenzie fiscali;
art. 1, comma 399, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, recante
«Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale
dello Stato» (legge finanziaria 2005) sulla revisione degli studi di
settore;
parere della commissione degli esperti, istituita ai sensi
dell’art. 10, comma 7, della legge 146 del 10 maggio 1998, del
16 febbraio 2005.
Il presente provvedimento sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 21 febbraio 2005
Il direttore dell’Agenzia: Ferrara

Allegato 1

—-> vedere allegato da pag. 18 a pag. 23 della G.U. in formato zip/pdf

AGENZIA DELLE ENTRATE

Geologi.info