Un Libro bianco per la geotermia - Geologi.info | Geologi.info

Un Libro bianco per la geotermia

wpid-9055_Unafontegeotermica.jpg
image_pdf

La Spagna ha deciso di riflettere sulle esperienze positive che sono state registrate nel paese in campo geotermico e di darsi delle linee guida per fare un miglior uso. Per questo motivo il presidente dell’iIlustre Collegio Oficial de Geólogos (ICOG) – ovvero l’Ordine dei Geologi spagnoli – Luigi Suarez, ha annunciato la volontà di realizzare un Libro bianco sulla geotermia con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo di questa fonte di energia nel paese.

Margarita de Gregorio, portavoce dell’Asociación de Productores de Energías Renovables (Appa), ha detto che l’associazione parteciperà attivamente alla proposta del Collegio di divulgare e promuovere il libro bianco e lo stesso faranno i rappresentanti dei partiti Socialista (Psoe) e Popolare (Pp), ma favorevoli all’iniziativa sono stati anche  i rappresentanti del partito socialista (PSOE) e popolare (PP).

Secondo Ruben Gonzalez, un esperto in geotermica ad alta entalpia della stessa associazione, la Spagna ha un grande potenziale geotermico ad alta entalpia, basti pensare ai due progetti già esistenti, il primo a Cantoblanco (Madrid), un impianto che produce 8 megawatt di calore e l’altro nella provincia di Burgos finalizzato per gli usi industriali.
Anche Ruiz Iñigo, dell’Appa, ha voluto evidenziare come la geotermia possa favorire anche la creazione di molti posti di lavoro, aggiungendo però che la geotermia resta ancora poco sfruttata nella penisola iberica probabilmente a causa della mancanza di specialisti e di formazione nel campo.

Dei dubbi però riguardo questa nuova frontiera delle rinnovabili è stata espressa da l’associazione spagnola delle industrie elettriche (Unesa), che ha sostenuto che l’apporto geotermico nel mix energetico nel 2010 è stato solo dello 0,02%, a riprova dello scarso interesse per questa fonte e della necessità di concentrare su altro gli sforzi in termini di risorse per raggiungere l’obiettivo di produrre 50 MW/anno del fabbisogno elettrico da energie rinnovabili nel 2020.

Quanto sia ancora da sviluppare e quanto sia necessario o conveniente farlo però si può stabilire solo a fronte di un’attenta analisi, per questo motivo di grande utilità risulterà essere il lavoro del Collegio dei geologi, raccolto nel Libro bianco.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Un Libro bianco per la geotermia Geologi.info