Geologia obbligatoria negli istituti professionali: l'appello di Graziano - Geologi.info | Geologi.info

Geologia obbligatoria negli istituti professionali: l’appello di Graziano

Il presidente del Consiglio nazionale geologi, Gian Vito Graziano, lancia un appello al ministero della Pubblica istruzione

wpid-25975_lezionegeologia.jpg
image_pdf

Rendere obbligatoria la geologia negli istituti professionali: è la richiesta, non nuova in verità, che il Consiglio nazionale geologi ha rivolto al ministero della Pubblica istruzione. “Nella nostra Italia, ormai continuamente devastata da disastri ambientali causati sia dalla natura che dall’uomo, il Miur, nel programmare azioni a beneficio della scuola, non dimentichi la conoscenza delle Scienze della Terra”, ha dichiarato Gian Vito Graziano, presidente del Cng.

Graziano fa riferimento al decreto ministeriale del 13 novembre 2014, che consente agli Istituti professionali di istituire nell’indirizzo “Produzioni industriali e artigianali” l’opzione “Coltivazione e lavorazione dei materiali lapidei”, con l’obiettivo du formare figure professionali capaci di applicare e approfondire le metodiche di intervento nei diversi segmenti della filiera del settore lapideo dall’escavazione alla trasformazione.

“Quella che a prima vista sembra una apertura di opzioni formative nel mondo della scuola”, continua Graziano, “ad un attento esame delle discipline obbligatorie mostra come la conoscenza delle discipline afferenti alle Scienze della Terra, fondamentali per consentire agli operatori del settore di comprendere natura e caratteristiche dei materiali che si devono estrarre e lavorare, siano del tutto assenti. Infatti al primo biennio lo studio delle scienze integrate comprende solamente Fisica e Chimica trascurando le Scienze della Terra ed al triennio non sono presenti discipline fondamentali per l’attività di cava come l’Arte Mineraria, la Mineralogia e la Geologia, materie che è possibile insegnare con la laurea in geologia”.

Il presidente del Consiglio nazionale geologi sottlinea come i futuri diplomati nell’indirizzo lapideo potrebbero ambire ad una laurea in scienze geologiche, che porterebbe alla prospettiva lavorativa del direttore di cava. “Chi lavora nel settore con cognizione di causa” aggiunge, “sa bene quanto sia importante conoscere le caratteristiche dell’ammasso roccioso interessato dall’attività estrattiva, sia per valorizzare la qualità del materiale, sia per la sicurezza degli operatori; i fatti recenti della zona di Massa Carrara ne sono un doloroso esempio. Ci rivolgiamo pertanto al Ministro Giannini ed al Sottosegretario Faraone affinché rivedano il decreto inserendo le discipline geologiche tra le materie obbligatorie”, conclude Graziano, “e si adoperino perché la cultura geologica per la tutela del territorio” non resti un argomento di cui parlare dopo il prossimo disastro”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Geologia obbligatoria negli istituti professionali: l’appello di Graziano Geologi.info