Droni, e' boom tra le professioni tecniche - Geologi.info | Geologi.info

Droni, e’ boom tra le professioni tecniche

In costante aumento l'uso dei droni tra i professionisti tecnici. Il punto in un convegno a Roma

wpid-26276_FlyTopdroneFlyGeo.jpg
image_pdf

Cresce in modo esponenziale tra i professionisti tecnici l’utilizzo dei droni per la propria attività quotidiana. Che si tratti di sorvegliare lo stato di un piccolo cantiere o di monitorare un’area ai fini della protezione civile (LEGGI DI PIU’), il numero di professionisti tecnici che affianca a matita e compasso i sensori imbarcati sui droni è in aumento, e ciò nonostante i limiti introdotti dal Regolamento dell’Enac sugli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (Apr).  Secondo i responsabili di Roma Drone Conference, evento itinerante sul tema dei droni, tra architetti, ingegneri, geologi e persino archeologi il numero dei professionisti che ha adottato l’uso di droni ha superato il migliaio di unità. 

Le applicazioni più ricercate sono quelle legate alla gestione del territorio: fotogrammetria, topografia, controllo di grandi impianti, monitoraggio dell’ambiente, persino sorveglianza sullo stato dei beni culturali.

“Molte professioni, spiega Luciano Castro, presidente di Roma Drone Conference, “sono alla vigilia di una vera rivoluzione tecnologica, che vedrà una rapidissima crescita della presenza dei droni in attività classiche come la fotogrammetria e la topografia, ma anche in tutte le operazioni relative al monitoraggio e alla conoscenza del territorio e dell’ambiente”.

Proprio all’applicazione dei droni per la gestione del territorio e alle loro ricadute sulle professioni tecniche è dedicato il 6° appuntamento del ciclo di conferenza di Roma Drone, in progamma martedì 17 marzo e dedicato al tema “Droni e telerilevamento”. A questa conferenza parteciperanno rappresentanti degli Ordini professionali, docenti universitari e manager di aziende specializzate che propongono droni e sensori.

LEGGI ANCHE: Prevenzione terremoti: arrivano i droni anti-sisma

Proprio queste ultime mostreranno le più recenti innovazioni tecnologiche nel settore: si va dal “FlyGeo”, dotato di una potente macchina fotografica che può acquisire immagini geo-referenziate a una risoluzione altissima, al multirotore “Scrabble 8HSE” della Italdron, fino all’SF6, prodotto dalla Skyrobotic, che è il drone utilizzato anche per le riprese settimanali sul cantiere dell’Expo a Milano.

Drone ad ala fissa “FlyGeo” della Flytop

Multirotore “Scrabble 8HSE” della Italdron

SF6 della Skyrobotic

Per informazioni, visita il sito.

Copyright © - Riproduzione riservata
Droni, e’ boom tra le professioni tecniche Geologi.info