Lombardia: 225 milioni contro il rischio idrogeologico - Geologi.info | Geologi.info

Lombardia: 225 milioni contro il rischio idrogeologico

wpid-8062_esondazione.jpg
image_pdf

La Lombardia, in base all’accordo di programma siglato il 3 novembre 2010 dal Ministero dell’Ambiente e dalla Regione, ha a disposizione un ammontare complessivo di 224,8 milioni di euro, di cui 77,5 ministeriali e 147,3 regionali, per programmare e attuare attività di mitigazione del rischio idrogeologico.

Due i filoni previsti nel piano: interventi strutturali urgenti in aree a rischio idrogeologico, con le relative priorità verificate dalle sedi territoriali, e interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. A vigilare sullo stato di avanzamento dell’iter burocratico è stato nominato dal Ministero su proposta della Regione un commissario straordinario, Carlo Maria Marino, docente universitario, geologo, ed ex presidente di Arpa Lombardia.

Tra gli interventi previsti, oltre a una serie di interventi relativi a eventi come valanghe e frane, ci si occuperà della mitigazione del rischio idraulico nell’area metropolitana di Milano e della manutenzione dei corsi d’acqua, con azioni di pulizia, riqualificazione e mitigazione del rischio in modo diffuso nei principali bacini idrografici della Lombardia.

“Con questo programma assicuriamo il massimo sforzo per la tutela del suolo contro i rischi idrogeologici e la manutenzione – ha dichiarato l’assessore regionale al Territorio e Urbanistica Daniele Belotti, venerdì scorso a Bergamo per presentare i 21 interventi previsti in questa provincia -. Dei 225 milioni previsti dall’accordo di programma per la difesa del suolo, ben 60 milioni di euro andranno alla provincia di Brescia”. L’intervento più importante sarà la messa in sicurezza del lago d’Idro, per il quale sarà necessario “fare valutazioni particolari per la complessità della situazione – ha spiegato Belotti -. La priorità sarà comunque data a interventi che prevedano la sicurezza delle persone, in pianura e in montagna”.

A Lodi e provincia partiranno invece 7 interventi per un valore di 3,75 milioni di euro. In provincia di Pavia arriveranno quasi 8 milioni di euro di investimenti per realizzare 20 interventi, mentre a Como 21 milioni serviranno a finanziare 17 attività di messa in sicurezza del territorio. A Lecco e provincia sono destinati quasi 15 milioni di euro, compresi gli interventi di manutenzione.

“Un lavoro organizzativo importante – ha detto Belotti – a cui ora seguirà la fase esecutiva”. Entro febbraio, infatti, dovranno essere scelti gli enti attuatori degli interventi, mentre per la stipula delle convenzioni è stato previsto come termine marzo. Tempi fondamentali, oltre che per rispettare il programma dei lavori, per accedere anche a eventuali ulteriori risorse premiali, che il ministero competente prevede di mettere a disposizione.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Lombardia: 225 milioni contro il rischio idrogeologico Geologi.info