A Jesi i siti archeologici sono on line - Geologi.info | Geologi.info

A Jesi i siti archeologici sono on line

wpid-3815_jesi.jpg
image_pdf

I geologi dell’Università di Camerino (Macerata), coordinati dalla professoressa Eleonora Paris, docente Unicam del Dipartimento di Scienze della Terra, hanno sviluppato un progetto per la divulgazione del patrimonio storico-archeologico della città di Jesi ad Ancona. Lo studio, finanziato dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Jesi e appena concluso, ha permesso di catalogare e rendere virtualmente fruibili al pubblico i maggiori siti archeologici presenti all’interno della cinta muraria jesina che, noti e già oggetto di scavo e di studio, sono di difficile accesso o non più visibili.

”L’applicazione di metodologie Gis-Sit per l’acquisizione e la gestione dei dati integrati territoriali e archeologici – spiega in una nota la Paris – ha permesso di realizzare una biblioteca digitale della documentazione protostorica, romana e medievale, a cui sono stati aggiunti i dati archeometrici ottenuti dallo studio dei recenti ritrovamenti delle mura romane in zona Porta Valle, effettuato anch’esso dai geologi Unicam”.

La Jesi Romana rivive così in forma virtuale e i risultati ottenuti rappresentano anche una proposta di attualità per tante altre città in cui le antiche vestigia devono convivere con la vita moderna. L’applicazione delle tecniche di ricostruzione virtuale permette, infatti, di integrare i dati archeologici con la stratigrafia e con la ricostruzione storica per una fruibilità totale e moderna dei beni culturali anche dopo la chiusura degli scavi, grazie all’organizzazione delle informazioni ottenute in una forma digitale, a disposizione di tutti.

Copyright © - Riproduzione riservata
A Jesi i siti archeologici sono on line Geologi.info