Raddoppiata la quantità di polveri del deserto nell'atmosfera terrestre - Geologi.info | Geologi.info

Raddoppiata la quantità di polveri del deserto nell'atmosfera terrestre

wpid-7863_deserto.jpg
image_pdf

Questa volta si parla di polveri non prodotte dall’uomo, ossia quelle del deserto, presenti nell’atmosfera terrestre. La quantità di queste polveri è raddoppiata nel corso dell’ultimo secolo influenzando il clima e l’ecologia in tutto il mondo. E’ quanto dimostrato da uno studio realizzato dalla Cornell University (Usa) e presentato all’American Geophysical Union.

Per la prima volta i ricercatori, come riferisce la rivista Science Daily, hanno stimato la quantità di polvere del deserto e di altre particelle solide presenti in atmosfera nel corso del XX secolo per cercare di capire quanto questi materiali siano responsabili dei cambiamenti climatici. E’ noto infatti che la polvere faccia da schermo alle radiazioni solari avendo così un effetto opposto ai gas serra. Inoltre è in grado di influenzare la formazione delle nubi e delle precipitazioni, comportando così una maggiore siccità e una conseguente desertificazione.

Lo studio, condotto dalla studiosa americana Natalie Mahowald, ha utilizzato i dati disponibili ed elaborazioni modellistiche al computer, al fine di stimare la quantità di polvere del deserto, o particelle di suolo in atmosfera, nel corso del ventesimo secolo. Esso è il primo studio che traccia la fluttuazione di un aerosol naturale (non antropica) in tutto il mondo nel corso di un secolo.

Tra i loro risultati, i ricercatori hanno scoperto che i cambiamenti regionali di temperatura e delle precipitazioni hanno causato una riduzione complessiva di assorbimento del carbonio terrestre di 6 parti per milione (ppm) nel XX secolo. Il modello ha anche mostrato che la polvere depositata negli oceani ha aumentato l’assorbimento di carbonio dall’atmosfera del 6%, oppure 4 ppm.

“Ora abbiamo finalmente informazioni sugli effetti della polvere del deserto e ciò avrà un notevole impatto sulla comprensione dei fenomeni climatici“, ha detto Natalie Mahowald .

Copyright © - Riproduzione riservata
Raddoppiata la quantità di polveri del deserto nell'atmosfera terrestre Geologi.info