Cambiamenti climatici: nuova cooperazione Ue-Pacifico - Geologi.info | Geologi.info

Cambiamenti climatici: nuova cooperazione Ue-Pacifico

wpid-7791_isolapacifico.jpg
image_pdf

Il commissario Ue Piebalgs e il segretario generale del Forum delle isole del Pacifico hanno dato vita a un’iniziativa congiunta sui cambiamenti climatici, la cui idea è stata originata dal confronto condotto durante i lavori della Conferenza di Cancun sui cambiamenti climatici lo scorso dicembre.

L’obiettivo dell’azione è quello di stimolare gli Stati membri dell’Ue e i partner internazionali a unire i loro sforzi per potenziare la capacità dei paesi del Pacifico di affrontare in modo efficace le conseguenze dei cambiamenti climatici. L’iniziativa è destinata ad assicurare che i paesi del Pacifico, che sono probabilmente i più vulnerabili, beneficino di una giusta percentuale dei finanziamenti internazionali destinati ai cambiamenti climatici.

La Commissione vuole dunque assumere il compito di assistere questi paesi, particolarmente colpiti da eventi estremi, anche con una dotazione che ammonta a 90 milioni di euro fino al 2013 e che rappresenta a livello simbolico di un appello alla comunità internazionale perché fornisca ai paesi del Pacifico un aiuto fortemente incisivo in materia di cambiamenti climatici. 

Tale regione risulta particolarmente esposta ai rischi che minacciano i mezzi di sussistenza, la sicurezza e il benessere generale delle popolazioni, ma proprio per questo può diventare un laboratorio sperimentale per esperienze di cooperazione a dimostrazione dell’efficacia del partenariato tra la regione del Pacifico e l’Unione europea. Il memorandum d’intesa vuole essere dunque il primo passo verso una strategia congiunta integrata per affrontare i cambiamenti climatici nel Pacifico.

Con il 50% della popolazione che vive in prossimità delle coste, le isole del Pacifico sono le più esposte a minacce quali l’innalzamento del livello del mare o condizioni meteorologiche eccezionali. Questi paesi, dotati di scarse possibilità di crescita economica e di capacità strutturalmente limitate, sono molto vulnerabili a catastrofi naturali ricorrenti. inoltre, i cambiamenti climatici possono esacerbare ulteriormente la lotta per risorse scarse quali la terra o l’acqua, influenzare l’agricoltura e ostacolare i progressi in direzione degli obiettivi di sviluppo del millennio.

La Commissione europea e il segretariato del Forum lavoreranno insieme ai rispettivi Stati membri, alle istituzioni, alla società civile e al settore privato, per un piano d’azione comune riguardante anche i paesi e territori d’oltremare, che sarà presentato a una conferenza regionale sui cambiamenti climatici, in occasione della visita del commissario Piebalgs ai paesi del Pacifico nel corso di quest’anno.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cambiamenti climatici: nuova cooperazione Ue-Pacifico Geologi.info