Alluvioni in Liguria: scattano le norme di salvaguardia - Geologi.info | Geologi.info

Alluvioni in Liguria: scattano le norme di salvaguardia

La Regione approva una serie di norme di salvaguardia che bloccheranno le edificazioni nelle aree colpite dalle alluvioni per 12 mesi

wpid-25937_alluvionegenova.jpg
image_pdf

La giunta regionale della Liguria ha approvato lo scorso 28 gennaio 2015, su proposta dell’assessore alla protezione civile Raffaella Paita, la mappatura delle aree di tutta la regione che sono state inondate nelle alluvioni di ottobre e novembre dell’anno scorso e le relative norme di salvaguardia. Con l’elaborazione della mappatura completa, di fatto, vengono bloccate tutte le edificazioni e viene imposta la revisione dei piani di bacino, oltre a prevedere il recepimento della stessa nei vari strumenti di pianificazione.

Al pari di quanto accaduto nel 2011, insieme alla mappatura viene associata una normativa di salvaguardia della durata di 12 mesi che prevede la non edificabilità nelle aree inondate. Il divieto potrà decadere, anche prima dei 12 mesi, con il recepimento nei piani di bacino degli indirizzi di protezione civile.

“Si tratta di un’area molto estesa, perché di fatto riguarda tutta la regione Liguria”, spiega l’assessore Paita. “Pertanto, per il momento, viene messo un blocco sulla possibilità di edificazione nelle aree a rischio e quindi ai progetti in corso. Solo dopo una rivalutazione del rischio idraulico e degli elementi di garanzia che verranno adottati si potranno riprendere in considerazione le iniziative. Questo significa che gli Enti verranno chiamati a realizzare interventi di riduzione del rischio per rimettere in sicurezza quelle realtà”.

Questa norma di salvaguardia fa seguito alla variante al piano di bacino del Magra, approvata nei giorni scorsi, per bloccare qualsiasi edificazione nelle aree ad elevato rischio di esondazione lungo il fiume Magra per una superficie di circa 10 Km quadrati.


Copyright © - Riproduzione riservata
Alluvioni in Liguria: scattano le norme di salvaguardia Geologi.info